Bitcoin: il mining di bitcoin è legale?

Bitcoin: il mining di bitcoin è legale?

Bitcoin: il mining di bitcoin è legale?

Tla legalità di Bitcoin il mining dipende interamente dalla tua posizione geografica. Il concetto di Bitcoin ha il potenziale per minare il dominio della valuta fiat e il controllo del governo sui mercati finanziari. Di conseguenza, Bitcoin è completamente illegale in alcune giurisdizioni.

La proprietà e l’estrazione di bitcoin sono legali in un numero crescente di paesi. Algeria, Egitto, Marocco, Bolivia, Ecuador, Nepal, e Pakistan erano tra i paesi in cui era illegale, secondo un rapporto del 2018. Altri paesi che hanno vietato il mining di Bitcoin dal 2018 includono Bangladesh, Cina, Repubblica Dominicana, Macedonia del Nord, Qatar, e Vietnam.

Il mining di Bitcoin è legale negli Stati Uniti?

Negli ultimi anni, il stati Uniti ha sviluppato un mosaico di regolamenti sulle criptovalute, con i legislatori a livello statale e federale che si alternano ad affrontare aspetti specifici del settore. Diverse agenzie, tra cui la Titoli e Commissione di cambio(SEC) e il Commodity Futures Trading Commission (CFTC), stanno gareggiando per il controllo di porzioni del fiorente mercato delle criptovalute.

Read:  Zelensky e Klitschko da personaggi pubblici a eroi ucraini

Sebbene questi organismi di vigilanza finanziaria abbiano emesso linee guida, avvertimenti e regole, i loro sforzi sono stati finora in gran parte non coordinati.

Poiché il mercato delle risorse digitali è cresciuto fino a diventare un mercato da trilioni di dollari, i legislatori si sono resi conto che le criptovalute sono qui per restare e che è necessaria chiarezza normativa. Nel marzo 2022, il presidente ha emesso un ordine esecutivo in cui ordinava alle principali agenzie federali di coordinare i loro sforzi nella stesura di regolamenti sulle criptovalute per proteggere gli investitori e prevenire l’uso illecito senza soffocare l’innovazione.

Read:  Prezzo del bitcoin: potrebbe salire di nuovo a 50.000?

Mentre i regolatori federali lavorano su un quadro nazionale per bitcoin, alcuni stati hanno approvato la propria legislazione sulle criptovalute.

Per attirare le imprese, il Texas e il Wyoming hanno emanato una legislazione cripto-friendly. Il Legge sulla valuta virtuale del Texasche definisce le criptovalute come una rappresentazione digitale del valore utilizzata come mezzo di scambio, unità di conto o riserva di valore e consente alle banche statali di offrire servizi crittografici ai clienti, è stata approvata nel giugno 2021 dal Lone Star State , che è diventata una potenza di mining di bitcoin da quando la Cina ha vietato il mining di criptovalute.

La legislazione blockchain del Wyoming, approvata nel 2019, ha riconosciuto le criptovalute come mezzo di scambio legale e ha stabilito un sistema di licenze bancarie per banche di criptovaluta come Kraken e Avanti.

Read:  Joe Rogan accusa la Disney di essersi sbarazzato di Johnny Depp per una "donna pazza"

Altri stati hanno scelto di avere una presa più stretta sulle criptovalute. Nel 2015, New York è diventato il primo stato a creare il proprio quadro normativo per l’industria delle criptovalute, ma il famigerato BitLicense ha imposto un tale onere alle attività crittografiche locali che molti di loro hanno lasciato lo stato.

Ecco la conclusione se il mosaico di regolamenti ti sta confondendo. Bitcoin non è proibito negli Stati Uniti. Tuttavia, lo stato in cui vivi può influenzare il modo in cui puoi acquistarlo, quali servizi e scambi puoi utilizzare e cosa puoi fare con esso.