Con Paul George risultato positivo al Covid-19, cosa significa per i Timberwolves?

Con Paul George risultato positivo al Covid-19, cosa significa per i Timberwolves?

Con Paul George risultato positivo al Covid-19, cosa significa per i Timberwolves?

Jsolo quando pensi Covid-19 Non è più mettere le cose in ghiaccio per lo sport ti accorgi che è ancora qui.

Il Clipper di Los AngelesStanno cercando attivamente di guadagnare il loro posto nei playoff NBA giocando con i New Orleans Pelicans senza il loro miglior giocatore Paul George che è risultato positivo al Covid-19.

Read:  Massima preoccupazione per Warriors: Smart commette un errore stupido, ferisce Stephen Curry

I Timberwolves sono pronti per partire

Per quanto riguarda i Minnesota Timberwolves, che recentemente hanno giocato con i Clippers, sono stati tutti sottoposti a test e stanno tutti bene, sono stati tutti testati e sono pronti per affrontare i Memphis Grizzlies

Sfortuna per i Clippers

George invece è stato parzialmente assente in questa stagione e, a peggiorare le cose per la squadra Ex-San Diego, il grande Kawhi Leonard è ancora infortunato e c’è fuori per il prossimo futuro.

George è stato a malapena in grado di tornare nell’ultima settimana della stagione regolare in cui ha aiutato Los Angeles a vincere sei delle ultime sette partite.

I Clippers hanno perso un vantaggio mercoledì nel quarto trimestre perdendo contro i Minnesota Timberwolves

Il sette volte giocatore dell’All-Star Game ha segnato una media di 214,3 punti, 6,9 rimbalzi e 5,7 assist in 31 partite in questa stagione.

“È deluso. È a terra”, ha detto l’allenatore Tyronn Lue prima della partita. “Gli ho appena detto: ‘Dobbiamo vincere questa partita per te.”’

Quindi in questo momento stanno giocando una partita in cui il vincitore prende tutto contro i Pelicans per l’ottavo e ultimo posto nei playoff della Western Conference.

Quando il presidente delle operazioni di basket del Clipper è stato interrogato sulle condizioni del resto dei giocatori, ha detto che “la squadra sta seguendo l’esempio della NBA quando si tratta di protocolli di salute e sicurezza”.

“Questa è una sfida, ma è stata solo una serie di sfide e potrebbe essere appropriato che questa sia una situazione in cui tutte quelle ripetizioni ed esperienze che il gruppo ha avuto, sono state in questi momenti molte, molte volte prima di quest’anno. “