Cosa significa il sequestro da parte della Russia della più grande centrale nucleare dell’Ucraina?

Cosa significa il sequestro da parte della Russia della più grande centrale nucleare dell'Ucraina?

Cosa significa il sequestro da parte della Russia della più grande centrale nucleare dell’Ucraina?

L’attacco russo alla centrale elettrica più grande d’Europa ha scatenato il panico globale venerdì, poiché i funzionari nucleari hanno avvertito che avrebbe potuto causare una devastante perdita di radiazioni e lasciato milioni di ucraini senza una fornitura di energia.

In quello che è diventato rapidamente il momento più pericoloso dell’invasione di Mosca finora, le truppe russe hanno preso il controllo della centrale nucleare di Zaporizhzhia nel sud-est dell’Ucraina all’inizio di venerdì.

Nessuna radiazione è stata rilasciata a seguito degli attacchi di bombardamento e i vigili del fuoco sono stati infine in grado di estinguere un incendio in uno degli edifici dell’impianto, hanno affermato funzionari delle Nazioni Unite e ucraini.

Ma esperti e funzionari nucleari hanno affermato che l’attacco della Russia ha creato una situazione estremamente rischiosa.

“Sono estremamente preoccupato. Questo è qualcosa di molto, molto fragile, molto instabile come situazione”, ha detto il capo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica delle Nazioni Unite Raphael Grossi.

Zaporizhzhia, la più grande delle quattro centrali nucleari dell’Ucraina, contiene sei dei 15 reattori di energia nucleare del paese. Gli impianti forniscono collettivamente circa la metà dell’elettricità dell’Ucraina.

Read:  DeSantis per tenere i "sentimenti" fuori dalla matematica nelle scuole della Florida
Una vista mostra un edificio amministrativo danneggiato della centrale nucleare di Zaporizhzhia, nel mezzo dell'invasione russa dell'Ucraina, a Enerhodar, nella regione di Zaporizhzhia, in Ucraina, in questa immagine pubblicata il 4 marzo 2022.
Le truppe russe hanno preso il controllo della centrale nucleare di Zaporizhzhia nel sud-est dell’Ucraina all’inizio del 4 marzo 2022.
ENERGOATOM
Zaporizhzhia, Ucraina: ZAPORIZHZHIA, UCRAINA - 4 MARZO 2022 - I residenti locali riempiono i sacchi di sabbia che verranno utilizzati per rafforzare i checkpoint allestiti sulle strade che portano alla città mentre l'Ucraina è sotto attacco dalla Russia da giovedì 24 febbraio, Kiev, capitale dell'Ucraina.
I residenti di Zaporizhzhia riempiono i sacchi di sabbia che verranno utilizzati per rinforzare i posti di blocco allestiti sulle strade che portano alla città il 4 marzo 2022.
Dmytro Smolyenkoukrinform

L’impianto mirato rappresenta circa il 20 per cento della produzione media annua di elettricità in Ucraina. Insieme, i reattori possono generare una potenza totale di 5.700 MW, che è energia sufficiente per circa quattro milioni di case.

Inizialmente, l’attacco ha innescato l’allarme per i timori che uno qualsiasi dei reattori fosse stato danneggiato. Qualsiasi distruzione del reattore o dell’edificio che lo ospita avrebbe potuto provocarne il surriscaldamento e quindi la fuoriuscita di radiazioni.

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha affermato che tali danni potrebbero aver causato una distruzione pari a sei volte quella accaduta a Chernobyl, il luogo del peggior disastro nucleare del mondo nel 1986.


Ricevi le ultime novità aggiornamenti nel conflitto Russia-Ucraina con la copertura in diretta di The Post.


“Se c’è un’esplosione, è la fine di tutto. La fine dell’Europa”, ha detto Zelensky.

I livelli di radiazioni sono rimasti normali nell’impianto fino a venerdì, ha detto Grossi.

Solo uno dei sei reattori dell’impianto è rimasto in funzione sulla scia dell’attacco e funzionava a circa il 60% della sua capacità per mantenere stabile la rete elettrica ucraina.

Read:  La giuria decide su Billy Chemirmir, accusato di aver ucciso 18 donne anziane
Il filmato della telecamera di sorveglianza mostra un atterraggio di razzi alla centrale nucleare di Zaporizhzhia durante i bombardamenti a Enerhodar, Zaporizhia Oblast, Ucraina, 4 marzo 2022, in questo screenshot da un video ottenuto dai social media.
Il filmato della telecamera di sorveglianza mostra un atterraggio di razzi nella centrale nucleare di Zaporizhzhia durante i bombardamenti russi il 4 marzo 2022.
Centrale nucleare di Zaporizhzhya

I lavoratori di Zaporizhzhia avevano iniziato a chiudere in sicurezza i reattori nel tentativo di proteggerli mentre la Russia lanciava il suo attacco, Segretario all’Energia degli Stati Uniti ha detto Jennifer Granholm.

I reattori impiegano circa 30 ore per spegnersi in sicurezza perché hanno bisogno di tempo per raffreddarsi, il che richiede una fornitura di elettricità costante. I funzionari hanno affermato che qualsiasi interruzione della fornitura di elettricità dell’impianto durante quel periodo avrebbe potuto influire sul processo di raffreddamento e, successivamente, portare a una perdita di radiazioni.

L’esperta di materiali nucleari della Sheffield University, Claire Corkhill, ha detto alla BBC che potrebbe essere stata intenzione della Russia mettere offline i reattori.

Il filmato della telecamera di sorveglianza mostra un atterraggio di razzi alla centrale nucleare di Zaporizhzhia durante i bombardamenti a Enerhodar, Zaporizhia Oblast, Ucraina, 4 marzo 2022, in questo screenshot da un video ottenuto dai social media.
La centrale nucleare di Zaporizhzhia rappresenta circa un quinto della produzione media annua di elettricità in Ucraina.

“Se vuoi prendere di mira il loro alimentatore, attacchi un edificio vicino alla centrale elettrica e costringi gli operatori a spegnerlo”, ha detto.

Corkhill ha affermato che qualsiasi perdita di alimentazione avrebbe potuto portare a una situazione simile al disastro di Fukushima in Giappone nel 2011, dove “una perdita di potenza ha portato a una perdita di raffreddamento, che ha causato la fusione di tre dei suoi reattori nucleari”.

Read:  L'elenco della difesa dell'avvocato della campagna elettorale di Clinton Sussmann include l'ex giornalista del NYT

Per ora, le truppe russe hanno il controllo di Zaporizhzhia, ma consentono al personale dell’impianto di gestirlo, alcuni sotto la minaccia delle armi.

In questa foto satellitare di Planet Labs PBC, la centrale nucleare di Zaporizhzhia è vista a Enerhodar, Ucraina, il 2 settembre 2019. Le forze russe hanno bombardato la più grande centrale nucleare d'Europa all'inizio di venerdì 4 marzo 2022, scatenando un incendio mentre premevano il loro attacco in una città ucraina cruciale per la produzione di energia e hanno guadagnato terreno nel tentativo di isolare il paese dal mare.
La centrale nucleare di Zaporizhzhia è la più grande centrale nucleare d’Europa.
Planet Labs PBC

“Per il momento è il personale puramente ucraino che gestisce le operazioni lì”, ha detto Grossi.

Energoatom, l’operatore dell’impianto nucleare statale ucraino, ha affermato che ciò rappresentava di per sé un rischio perché il personale aveva lavorato nel sito per più di 24 ore di fila ed era “fisicamente e moralmente esausto”.

Petro Kotin, il capo di Energoatom, ha anche avvertito che una grave minaccia ora era il materiale nucleare immagazzinato nei reattori e negli stagni di raffreddamento in loco.

“Dato che una struttura tecnicamente complessa come una centrale nucleare viene sequestrata da terroristi nucleari che non sanno come maneggiare in sicurezza il materiale nucleare, il pericolo minaccia non solo l’intera regione, ma il mondo nel suo insieme”, ha detto Kotin.

Con fili postali