Donald Trump spiega perché Mike Pence probabilmente non sarà il compagno di corsa del 2024

Donald Trump spiega perché Mike Pence probabilmente non sarà il compagno di corsa del 2024

Donald Trump spiega perché Mike Pence probabilmente non sarà il compagno di corsa del 2024

Il nome dell’ex vicepresidente Mike Pence non dovrebbe essere accanto a quello di Donald Trump durante le elezioni presidenziali del 2024, secondo il suo ex compagno di corsa, che ha detto che la gente non lo “accetterebbe”.

“Non credo che la gente lo accetterebbe”, ha detto Trump al Washington Examiner questa settimana, indicando le conseguenze delle elezioni presidenziali del 2020 e della rivolta del Campidoglio del 6 gennaio.

Trump, che da tempo sostiene che durante le elezioni si siano verificate massicce frodi, ha anche ripetutamente sostenuto la sua convinzione che Pence avrebbe potuto ribaltare i risultati elettorali durante la certificazione del Congresso lo scorso anno.

“Mike ed io abbiamo avuto un ottimo rapporto, tranne per il fattore molto importante che è avvenuto alla fine. Avevamo un ottimo rapporto”, ha detto il 45° presidente, rivelando che i due non si parlavano “da molto tempo”.

Read:  Ron DeSantis dichiara il nuotatore della Florida vincitore su Lia Thomas

Anche Pence ha preso le distanze dal suo ex collega lo scorso anno per le false affermazioni di Trump.

“Le elezioni riguardano il futuro”, ha detto di recente Pence. “Miei compagni repubblicani, possiamo vincere solo se siamo uniti attorno a una visione ottimistica per il futuro basata sui nostri valori più alti. Non possiamo vincere combattendo le battaglie di ieri, o ripensando al passato”.

Il presidente Donald Trump ascolta il vicepresidente Mike Pence
L’ex presidente Donald Trump ha detto al Washington Examiner che i suoi sostenitori non avrebbero accettato Mike Pence come suo vicepresidente se si fosse candidato nel 2024.
L’Asahi Shimbun tramite Getty Images
Il presidente Donald Trump ascolta il vicepresidente Mike Pence
Trump e Pence hanno preso le distanze l’uno dall’altro dalle elezioni del 2020.
AFP tramite Getty Images

Mentre Trump ha detto che “ancora” gli piace Pence, è rimasto critico nei confronti della decisione dell’ex vicepresidente di non provare a ribaltare i risultati elettorali.

“Mike pensava che sarebbe diventato un nastro trasportatore umano, che non importa quanto siano fraudolenti i voti, devi inviarli all’Old Crow”, ha detto Trump, usando il suo soprannome per il leader della minoranza al Senato Mitch McConnell (R-Ky. ).

Read:  Biden ha aiutato ad affondare Build Back Better con lo slip di Sinema, Satchel Paige talk

“Ma si è rivelato sbagliato. Perché ora, come sapete, stanno lavorando febbrilmente per cercare di farlo in modo che il vicepresidente non possa fare ciò che Mike ha detto di non poter fare”, ha continuato. “Ovviamente, stavano mentendo, travisando, o non lo sapevano.”

“Sono rimasto deluso da Mike.”

Non è chiaro se Trump si candiderà di nuovo alla presidenza nelle elezioni del 2024, ma ha più volte accennato alla possibilità. Ci si aspetta che faccia un annuncio ufficiale dopo le elezioni di medio termine di questo autunno.

Nelle ultime settimane, Pence ha anche sollevato alcune domande sul fatto che abbia intenzione di correre, rifiutandosi di escludere la possibilità all’inizio di questo mese.

“Tutto il mio obiettivo in questo momento è sul 2022″, ha detto Pence a Maria Bartiromo di Fox Business Network. “Penso che abbiamo un’opportunità storica per rivendicare le maggioranze alla Camera e al Senato, per eleggere grandi governatori repubblicani in giro per l’America e, nel 2023, sono fiducioso che il Partito Repubblicano nominerà un candidato che sarà il prossimo presidente degli Stati Uniti dell’America e al momento giusto, io e la mia famiglia rifletteremo e considereremo come potremmo partecipare a questo processo”.

Read:  Lo Sinn Fein saluta la "nuova era" in quanto vince il voto dell'Irlanda del Nord
Il presidente Donald Trump ascolta il vicepresidente Mike Pence
Trump ha detto che “ancora” gli piace Pence, ma rimane critico nei confronti della decisione dell’ex vicepresidente di non provare a ribaltare le elezioni del 2020.
Alex Wong/Getty Images

I suoi commenti sono arrivati ​​dopo che Bartiromo ha chiesto all’ex vicepresidente se vuole vedere di nuovo Trump correre.

“Ma ora più che mai, con la guerra in Europa e con un’amministrazione apparentemente intenzionata a indebolire il nostro Paese, guidando la nostra nazione verso uno stato sociale in stile europeo, abbiamo bisogno di forti maggioranze repubblicane a Capitol Hill e forti governatori repubblicani ed è quello che siamo lavorerà per ottenere risultati”, ha detto Pence.