Gli Stati Uniti accennano al tribunale per i crimini di guerra dopo che l’Ucraina ha accusato la Russia di genocidio

Gli Stati Uniti accennano al tribunale per i crimini di guerra dopo che l'Ucraina ha accusato la Russia di genocidio

Gli Stati Uniti accennano al tribunale per i crimini di guerra dopo che l’Ucraina ha accusato la Russia di genocidio

L’ambasciatore degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite ha dichiarato domenica che non escluderà di sostenere un tribunale per crimini di guerra per il presidente russo Vladimir Putin.

L’Ucraina ha intentato una causa presso la Corte internazionale di giustizia accusando la Russia di aver preso di mira i civili durante la sua invasione, con il presidente ucraino Zelensky domenica che ha affermato che gli atroci crimini di Mosca rasentano il “genocidio”.

“Chiediamo una decisione urgente che ordini alla Russia di cessare ora l’attività militare e prevediamo che i processi inizino la prossima settimana”, Zelensky ha twittato.

L’ambasciatore degli Stati Uniti alle Nazioni Unite Linda Thomas-Greenfield è stato chiesto durante un’apparizione su Lo “Stato dell’Unione” della CNN se l’amministrazione Biden sosterrebbe un tribunale all’Aia.

Read:  Joe Biden chiede l'allontanamento di Vladimir Putin

“​Tutto è sul tavolo mentre avanziamo”, ha risposto.

Thomas-Greenfield ha aggiunto che il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite si riunirà domenica per decidere se convocare una sessione di emergenza dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite per affrontare l’invasione russa dell’Ucraina che Mosca, in quanto membro permanente del consiglio di sicurezza, non sarà in grado di veto.

La Russia, insieme a Stati Uniti, Cina, Francia e Regno Unito, sono membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e hanno potere di veto.

Linda Thomas-Greenfield ha detto che non escluderebbe di sostenere un tribunale per crimini di guerra per Vladimir Putin.
Alexei Nikolsky/TASS tramite Getty Images

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto alle Nazioni Unite di privare la Russia del suo potere di veto nel consiglio di sicurezza perché le sue azioni in Ucraina stanno virando verso il “genocidio”.

“L’Ucraina ha presentato la sua domanda contro la Russia all’ICJ. La Russia deve essere ritenuta responsabile per aver manipolato la nozione di genocidio per giustificare l’aggressione”, ha twittato Zelensky domenica.

Read:  James Sauer e Stewart Dietrick sono morti in un incidente in elicottero a New York

In un videomessaggio diffuso domenica, il leader ucraino ha affermato che “le azioni criminali della Russia contro l’Ucraina portano segni di genocidio”.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy tiene una conferenza stampa sull'attacco russo all'Ucraina a Kiev, in Ucraina, il 24 febbraio 2022.
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky tiene una conferenza stampa sull’attacco della Russia all’Ucraina, 24 febbraio 2022.
Presidenza ucraina/Dispensa/Agenzia Anadolu tramite Getty Images

“Questo è terrore. Bombarderanno ancora di più le nostre città ucraine, uccideranno i nostri bambini ancora più sottilmente. Questo è il male che è arrivato nella nostra terra e deve essere distrutto”, ha detto.

La Russia venerdì ha già posto il veto a una risoluzione scritta da Stati Uniti e Albania nel consiglio di sicurezza che chiedeva a Mosca di fermare immediatamente il suo attacco e di ritirare tutte le truppe dall’Ucraina.

Thomas-Greenfield ha affermato di ritenere che la Russia possa essere tagliata fuori dalle Nazioni Unite e da altri organismi internazionali.​

un veicolo corazzato russo per il trasporto di personale (APC) in fiamme durante il combattimento con le forze armate ucraine a Kharkiv
Le forze ucraine si sono assicurate il pieno controllo di Kharkiv il 27 febbraio 2022.
SERGEY BOBOK/AFP tramite Getty Images

“Possiamo isolarli. Possiamo isolarli nelle Nazioni Unite. Possiamo isolarli nelle agenzie specializzate delle Nazioni Unite”, ha detto durante un’intervista a “Meet the Press” di NBC News. “Stanno sentendo quell’isolamento.

Read:  Mosca difende l'arresto della star del basket Brittney Griner

“Ci sarà un incontro a Ginevra, presso il ​Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite, dove, ancora una volta, saranno chiamati fuori e le loro aggressioni saranno portate all’attenzione del mondo​.

“​Quindi, ancora una volta, abbiamo una serie di strumenti per fare pressione sui russi e li stiamo usando tutti”, ha detto Thomas-Greenfield.​​

Linda Thomas-Greenfield
Linda Thomas-Greenfield ha affermato di ritenere che la Russia possa essere tagliata fuori dalle Nazioni Unite e da altri organismi internazionali.​
Tayfun Coskun/Agenzia Anadolu tramite Getty Images

Combattimenti feroci sono scoppiati in diverse città ucraine, inclusa la capitale Kiev, mentre le forze ucraine organizzano una dura difesa contro le truppe russe invasori.​

L’ONU ha riferito che sabato sera ci sono state almeno 240 vittime civili, di cui 64 morti, a causa dei combattimenti.

Ha anche affermato che i danni alle infrastrutture civili hanno lasciato migliaia di persone senza elettricità o acqua, mentre centinaia di case sono state danneggiate o distrutte e molte comunità sono state tagliate fuori a causa dei bombardamenti russi di strade e ponti.

Con fili postali