Hotel in demolizione a nord che era simbolo del fidanzamento coreano

Hotel in demolizione a nord che era simbolo del fidanzamento coreano

Hotel in demolizione a nord che era simbolo del fidanzamento coreano

SEOUL, Corea del Sud — La Corea del Nord sta demolendo un hotel di proprietà della Corea del Sud in un resort nordcoreano che era uno degli ultimi simboli del coinvolgimento intercoreano, secondo i funzionari di Seoul che hanno chiesto al Nord di fermare la distruzione “unilaterale”.

La Corea del Sud ha costruito dozzine di strutture presso il resort Diamond Mountain della Corea del Nord per accogliere il turismo dei suoi cittadini durante un alto periodo di impegno tra i rivali negli anni ’90. Ma il leader nordcoreano Kim Jong Un nel 2019 ha definito le strutture sudcoreane “squallidate” e ha ordinato la loro distruzione dopo mesi di frustrazione per la riluttanza di Seoul a sfidare le sanzioni guidate dagli Stati Uniti che hanno impedito ai tour di riprendere.

Read:  La madre del Texas destinata a essere messa a morte il mese prossimo ottiene sostegno

Il Nord ha rinviato i lavori di demolizione nel 2020 nell’ambito di misure rigorose per prevenire il COVID-19.

Il ministero dell’Unificazione della Corea del Sud, che si occupa degli affari intercoreani, ha dichiarato venerdì che la Corea del Nord sta procedendo alla demolizione dell’Hotel Haegumgang. L’hotel galleggiante, ormeggiato in una zona costiera del resort, era una delle principali proprietà tra le dozzine di strutture create dalla Corea del Sud per ospitare i tour di Diamond Mountain, iniziati nel 1998.

Il portavoce del ministero dell’Unificazione Cha Deok-cheol ha affermato che non era chiaro se il Nord stesse distruggendo anche altre strutture nel sito. Ha detto che Seoul “si rammarica fortemente per lo smantellamento unilaterale dell’hotel da parte della Corea del Nord” e ha esortato il Nord a impegnarsi in colloqui per risolvere i disaccordi sulle proprietà sudcoreane nel sito.

Le immagini satellitari commerciali indicano che i lavori di demolizione sono in corso da settimane. Cha ha detto che Seoul ha utilizzato i canali di comunicazione intercoreani per chiedere spiegazioni e colloqui sulla questione, ma il Nord ha ignorato la richiesta.

Read:  Come è stata riparata la cattedrale di Notre-Dame dall'incendio del 2019

La demolizione arriva in mezzo alle crescenti tensioni sui recenti lanci di missili. La Corea del Nord ha condotto il suo primo test di missili balistici intercontinentali dal 2017 il 24 marzo, quando Kim ha rianimato il suo potere mirato a costringere gli Stati Uniti e altri rivali ad accettare il Nord come potenza nucleare e rimuovere le sanzioni paralizzanti.

I tour sudcoreani a Diamond Mountain sono stati un importante simbolo di cooperazione tra le Coree e una preziosa fonte di denaro per l’economia disastrata del Nord prima che il Sud li sospendesse nel 2008 dopo che una guardia nordcoreana ha sparato a morte a un turista sudcoreano.

Read:  Il morale russo precipita in una situazione di stallo in Ucraina: ufficiale della difesa del Regno Unito

La Corea del Sud non può riprendere i tour di massa a Diamond Mountain o qualsiasi altra importante attività economica intercoreana senza sfidare le sanzioni, che sono state rafforzate dal 2016, quando il Nord ha iniziato ad accelerare i suoi test nucleari e missilistici. Sebbene le sanzioni delle Nazioni Unite non vietino direttamente il turismo, vietano i trasferimenti di denaro all’ingrosso che possono derivare da tali attività commerciali.

Durante la loro breve diplomazia nel 2018, il presidente sudcoreano Moon Jae-in ha incontrato Kim tre volte e ha promesso di riavviare i tour di Diamond Mountain, esprimendo ottimismo sul fatto che le sanzioni potrebbero finire. Ma la Corea del Nord ha sospeso la cooperazione con il Sud dopo che la diplomazia con gli Stati Uniti è fallita nel 2019 e Seoul non è stata in grado di strappare concessioni a Washington per suo conto.