I Lakers userebbero Russell Westbrook dalla panchina, che spara: “Non sono un tipo che molla”

I Lakers userebbero Russell Westbrook dalla panchina, che spara: "Non sono un tipo che molla"

I Lakers userebbero Russell Westbrook dalla panchina, che spara: “Non sono un tipo che molla”

worse impossibile, o almeno questo è ciò che sembra essere il presente del LA Lakers, chi dopo la loro ultima sconfitta in modo umiliante contro i Clippers Non riesco ancora a trovare risposte a così tante domande che sono sorte durante una stagione da dimenticare, ma è così Russell Westbrook come uno degli apparenti colpevoli.

Anche i numeri della stagione attuale della guardia di 18,1 punti, 7,7 rimbalzi e 7,3 assist non sono sufficienti per ridurre al minimo il suo deficit di palle perse a partita: è quinto in tutto il campionato con 4,4.

Read:  Il Manchester City ha messo cinque volte il Newcastle in un enorme passo verso il titolo

Come in ogni crisi, però, all’interno dei Lakers è necessario trovare soluzioni immediate l’allenatore Frank Vogel non è stato in grado di farlo dopo 63 partite, con la squadra al nono posto che non ha perso per miracolo nonostante fosse otto partite sotto .500.

Alla domanda dei giornalisti se Vogel stesse pensando a che lui usasse Westbrook dalla panchina, l’allenatore ha confessato a fine partita contro i Clippers che “abbiamo parlato di tutto”.

Westbrook si rifiuta di dimettersi, ma non riesce ancora a trovare il suo ruolo

Avvicinandosi all’ultimo tratto della stagione regolare, Westbrook sa che i Lakers hanno bisogno di un ruolo molto più importante da parte sua, ma il playmaker non riesce ancora a trovare la formula per migliorare il suo gioco, il che non lo aiuterebbe a evitare di andare in panchina .

“Il mio ruolo e quello che sto facendo è cambiato ogni singola notte”, ha detto Westbrook. “Quindi sto solo cercando di capirlo mentre gioco e di poter beneficiare e aiutare la mia squadra”.

“Ma le mie aspettative sono sempre le stesse. Non sto mollando. Non è nei miei geni. Non mollo, indipendentemente da quello che diavolo sta succedendo. Lotterò fino alla fine, e se non funziona, anche questo va bene. Posso vivere con i risultati. Ma non mi arrenderò mai o cederò a causa di una piccola lotta che sta accadendo in questo periodo dell’anno”, ha aggiunto.