I marines americani identificano quattro uomini uccisi durante le esercitazioni della NATO in Norvegia

I marines americani identificano quattro uomini uccisi durante le esercitazioni della NATO in Norvegia

I marines americani identificano quattro uomini uccisi durante le esercitazioni della NATO in Norvegia

Sono stati identificati i quattro marines americani morti in un incidente in elicottero durante un’esercitazione della NATO al largo della costa norvegese.

Il Corpo dei Marines, in una dichiarazione di domenica, ha identificato i morti come Cpl. Jacob M. Moore, 24 anni, di Catlettsburg, Kentucky; Sergente di artiglieria James W. Speedy, 30 anni, di Cambridge, Ohio; il capitano Matthew J. Tomkiewicz, 27 anni, di Fort Wayne, Indiana; e il capitano Ross A. Reynolds, 27 anni, di Leominster, Massachusetts.

Read:  I genitori di Trevor Reed si incontrano con Biden mentre il figlio è rinchiuso in Russia

Tutti e quattro gli uomini furono assegnati al 2nd Marine Aircraft Wing di stanza presso la Marine Corps Air Station a New River, nella Carolina del Nord.

L’MV-22B Osprey delle vittime è stato dichiarato disperso intorno alle 18:30 ora locale venerdì dopo non essersi presentato da una missione di addestramento nella contea di Nordland, nel nord della Norvegia, hanno affermato le forze armate norvegesi in una dichiarazione.

Quattro marines uccisi in un incidente in elicottero in Norvegia
(In senso orario) il capitano Matthew J. Tomkiewicz, 27 (in alto a sinistra), il capitano Ross A. Reynolds, 27, il sergente di artiglieria. James W. Speedy, 30 e Cpl. Jacob M. Moore, 24
Twitter/ US Naval Institute
MV-22B Falco pescatore
I marines statunitensi ispezionano un falco pescatore MV-22B prima del volo alla base dell’aeronautica norvegese di Bodo durante l’esercitazione Cold Response 22 in Norvegia il 16 marzo.
Lancia Cpl. Elias E. Pimentel III/US Marine Corps tramite AP

La causa dell’incidente è rimasta sotto inchiesta. I funzionari hanno riferito di condizioni meteorologiche avverse nella zona in quel momento.

Read:  La polizia di Los Angeles mostra filmati di una donna speronata da un'auto mentre cerca di fuggire dalla rapina

I corpi dei quattro marines sono stati recuperati domenica sul luogo dell’incidente nell’Oceano Artico e sono stati restituiti negli Stati Uniti.

“I piloti e l’equipaggio erano impegnati a portare a termine la loro missione e servire una causa più grande di loro”, ha detto il Magg. Gen. Michael Cederholm del 2nd Marine Aircraft Wing in una lettera alle famiglie dei morti, secondo The Hill.

Foto del Corpo dei Marines degli Stati Uniti del sergente.  William Chockey/ Facebook
Marines con la 2nd Marine Division coordinano il supporto aereo ravvicinato con un velivolo AH-1Z Viper assegnato al 2nd Marine Aircraft Wing prima dell’esercizio Cold Response 22 a Setermoen, Norvegia, l’8 marzo.
Foto del Corpo dei Marines degli Stati Uniti del sergente. William Chockey/ Facebook
Un falco pescatore MV-22 della forza di autodifesa giapponese.
Un aereo a rotore inclinabile MV-22 Osprey della Forza di autodifesa giapponese decolla durante un’esercitazione congiunta con il personale del Corpo dei Marines degli Stati Uniti nell’area di addestramento di Higashifuji.
Charly Triballeau/AFP tramite Getty Images

“Continueremo a svolgere la missione mantenendo questi Marines e il loro servizio in prima linea nelle nostre menti. Non permetteremo mai che il sacrificio di questi Marines passi inosservato o non apprezzato”, ha aggiunto.

Read:  Circa 300 morti nel bombardamento del teatro Mariupol segnato 'bambini': consiglio

I marines morti erano tra i 30.000 soldati della NATO che prendevano parte alle esercitazioni militari annuali a 200 miglia dal confine russo con la Norvegia, secondo il notiziario militare statunitense Stars and Stripes.

Con fili postali