Il consiglio comunale di Parkersburg ha ordinato di smettere di recitare la preghiera durante le riunioni

Il consiglio comunale di Parkersburg ha ordinato di smettere di recitare la preghiera durante le riunioni

Il consiglio comunale di Parkersburg ha ordinato di smettere di recitare la preghiera durante le riunioni

Martedì a una città del West Virginia è stato ordinato di interrompere l’apertura delle riunioni del consiglio con La preghiera del Signore.

Il giudice distrettuale degli Stati Uniti John T. Copenhaver Jr. ha stabilito che la pratica del consiglio comunale di Parkersburg di aprire le sue riunioni con la preghiera del Nuovo Testamento viola la clausola istitutiva del Primo Emendamento, che vieta al governo di favorire una religione rispetto ad altre.

Read:  I bambini in fuga dal conflitto ucraino "scomparvero" alle frontiere

Il giudice ha emesso un’ingiunzione permanente contro il recital di preghiera e ha assegnato $ 1 di risarcimento a ciascun querelante.

Copenhaver si è pronunciato in una causa intentata dalla Freedom from Religion Foundation. Il gruppo con sede a Madison, nel Wisconsin, e due dei suoi membri hanno citato in giudizio la città nel 2018.

Il giudice ha emesso un’ingiunzione permanente contro il recital di preghiera e ha assegnato $ 1 di risarcimento a ciascun querelante.

La causa ha affermato che i residenti si trovavano in ogni riunione del consiglio comunale di Parkersburg per recitare la preghiera con i membri del consiglio. I querelanti Daryl Cobranchi ed Eric Engle di Parkersburg hanno partecipato ad alcune riunioni, sono rimasti seduti e non hanno partecipato alla recita della preghiera.

Read:  Il video del drone mostra il carro armato russo fatto saltare in aria mentre l'equipaggio cerca di scappare

Con fili postali