Il Texas GOP definisce l’omosessualità “scelta di stile di vita anormale” nella piattaforma

Il Texas GOP definisce l'omosessualità "scelta di stile di vita anormale" nella piattaforma

Il Texas GOP definisce l’omosessualità “scelta di stile di vita anormale” nella piattaforma

Il Partito Repubblicano del Texas ha descritto l’omosessualità come una “scelta di vita anormale” nella sua ultima piattaforma, che è stata svelata e votata da migliaia di delegati alla convention del partito nel fine settimana in un segno che il partito si sta spostando ulteriormente a destra.

“Riteniamo che non debba esserci alcuna concessione di diritti legali speciali o creazione di uno status speciale per il comportamento omosessuale, indipendentemente dallo stato di origine, e ci opponiamo a qualsiasi sanzione penale o civile contro coloro che si oppongono all’omosessualità per fede, convinzione o credenza nella tradizione valori”, si legge nel documento di 40 pagine, in cui si afferma anche che il GOP statale “si oppone[s] tutti gli sforzi per convalidare l’identità transgender”.

Read:  Manifestanti pro-confederati marciano a Stone Mountain Georgia

In particolare, il documento affermava che i professionisti sanitari non dovrebbero eseguire le cosiddette “cure di affermazione del genere” su persone transgender di età pari o inferiore a 21 anni.

La piattaforma del partito si oppone inoltre all’utilizzo dei fondi dei contribuenti per pagare le operazioni di cambio sesso, oltre a penalizzare la pratica della cosiddetta “terapia di conversione. “

Il documento si riferisce anche al disturbo dell’identità di genere, o disforia di genere, come “una condizione di salute mentale genuina ed estremamente rara” e insiste sul fatto che affermare che ci sono più di due generi “non solo nega a coloro che presentano la condizione un’adeguata assistenza sanitaria mentale, ma porta anche a e ‘transizione sociale’ psicologicamente abusiva, nonché mutilazioni fisiche irreversibili.

Un ritaglio di Donald Trump si trova al Patriot Mobile display alla convention del Partito Repubblicano del Texas al George R. Brown Convention Center.
Un ritaglio di Donald Trump si trova al Patriot Mobile display alla convention del Partito Repubblicano del Texas al George R. Brown Convention Center.
Elizabeth Conley/Houston Chronicle tramite AP

Il Partito Repubblicano del Texas ha chiesto al legislatore statale di approvare premi monetari per “detransitori che hanno ricevuto” un intervento chirurgico di affermazione del genere “come risarcimento per negligenza”.

Read:  Hillary Clinton definisce la regina Elisabetta "un notevole unificatore"

Altre parti controverse della piattaforma includono una risoluzione secondo cui “sostanziali frodi elettorali” sono costate all’ex presidente Donald Trump un secondo mandato e che “il presidente ad interim Joseph Robinette Biden Jr. non è stato legittimamente eletto dal popolo degli Stati Uniti”.

Un altro consiglio ha avvertito che il Texas ha il diritto di separarsi dagli Stati Uniti perché “il governo federale ha pregiudicato il nostro diritto all’autogoverno locale” e ha esortato il legislatore a istituire un referendum sulla questione nelle elezioni del 2023.

Il senatore John Cornyn (R-Texas) è stato fischiato durante il suo discorso prima della convention venerdì.
Il senatore John Cornyn (R-Texas) è stato fischiato durante il suo discorso prima della convention venerdì.
CQ-Roll Call, Inc tramite Getty Imag

Più di 5.100 delegati e supplenti hanno votato sulla piattaforma alla chiusura della convenzione. Mentre le schede devono ancora essere conteggiate e i risultati certificati, il portavoce del partito James Wesolek ha detto al Texas Tribune che è raro che le singole tavole vengano rifiutate.

Read:  Il generale russo Vladimir Frolov ucciso in Ucraina

I delegati hanno anche fischiato il senatore John Cornyn (R-Texas) durante il suo discorso prima della convention venerdì sera per il suo ruolo nei colloqui sulla nuova legislazione sul controllo delle armi dopo la sparatoria di massa del mese scorso in una scuola elementare a Uvalde, in Texas.

All’inizio di questo mese, i legislatori hanno presentato un quadro per la nuova legislazione sul controllo delle armi che includeva l’apertura dei registri minorili ai controlli dei precedenti per aspiranti acquirenti di armi da fuoco sotto i 21 anni. Gli Stati sarebbero inoltre incoraggiati ad adottare leggi “bandiera rossa” per rendere più facile prendere le armi da individui che sono stati segnalati per dichiarazioni o comportamenti minacciosi.