Il video mostra la morte di un uomo della California mentre è trattenuto dai poliziotti

Il video mostra la morte di un uomo della California mentre è trattenuto dai poliziotti

Il video mostra la morte di un uomo della California mentre è trattenuto dai poliziotti

È emerso un video straziante di un sospetto DUI della California che è morto dopo aver urlato “Non riesco a respirare!” mentre era trattenuto dalla polizia – meno di due mesi prima che George Floyd pronunciasse le stesse parole inquietanti alla polizia di Minneapolis.

Edward Bronstein, 38 anni, è stato arrestato con l’accusa di guida sotto l’influenza dell’ufficiale di pattuglia della California Highway Dusty Osmanson dopo una fermata del traffico sulla superstrada 5 il 31 marzo 2020, secondo il Los Angeles Times.

Il sospetto è stato portato alla stazione di Altadena del CHP, dove gli agenti hanno cercato con la forza di prelevargli il sangue per misurare il livello di alcol, ma secondo quanto riferito ha rifiutato.

Il video di 16 minuti catturato da un sergente mostra Bronstein inginocchiato a terra mentre un ufficiale gli preme le mani sulle spalle mentre un altro ufficiale, che è fuori dalla telecamera, gli ordina di eseguire un prelievo di sangue ordinato dal tribunale.

“Stai portando la lotta a questo, non a noi”, dice uno dei poliziotti.

Edward Bronstein è morto dopo essere stato trattenuto da diversi agenti della California Highway Patrol.
Edward Bronstein è morto dopo essere stato trattenuto da diversi agenti della California Highway Patrol.
Studio Legale Carrillo

“Non sto affatto portando la lotta”, risponde Bronstein.

Un ufficiale poi lo avverte che se si rifiuta di obbedire, “andrai a faccia in giù sul tappeto – e noi continueremo ad andare”.

Read:  Aumentano gli attacchi informatici russi contro le banche americane

Dopo essere stato trattenuto a terra, Bronstein grida: “Lo farò volentieri! Lo farò volentieri!”

Molti altri ufficiali lo bloccano con i loro corpi mentre grida angosciato, prima di dire finalmente: “Non riesco a respirare!”

Bronstein, 38 anni, è stato arrestato il 31 marzo 2020 con l'accusa di guida in stato di ebbrezza.
Bronstein, 38 anni, è stato arrestato il 31 marzo 2020 con l’accusa di guida in stato di ebbrezza.
Studio Legale Carrillo

Dopo che Bronstein ha smesso di muoversi, trascorre un altro minuto prima che gli ufficiali si rendano conto che non sta rispondendo e provino a rianimarlo. Mentre si sdraia a faccia in giù, uno di loro gli dà uno schiaffo in testa prima che venga finalmente girato.

Un agente chiede quindi che venga somministrata la RCP, ma trascorrono più di 11 minuti dopo le ultime urla di Bronstein prima che inizino a somministrarla.

La famiglia di Bronstein ha intentato una causa federale contro nove ufficiali e un sergente, sostenendo l’uso eccessivo della forza e una violazione dei diritti civili. La famiglia chiede anche che la polizia venga accusata penalmente dal procuratore distrettuale della contea di Los Angeles.

La sua famiglia ha detto che inizialmente si era rifiutato di prelevare un campione di sangue perché aveva paura degli aghi.
La sua famiglia ha detto che inizialmente si era rifiutato di prelevare un campione di sangue perché aveva paura degli aghi.
Studio Legale Carrillo

Gli ufficiali sono Carlos Villanueva, Christopher Sanchez-Romero, Darren Parsons, Diego Romero, Dusty Osmanson, Eric Voss, Justin Silva, Dionisio Fiorella e Marciel Terry. Viene anche chiamato il sergente. Michele Piccolo.

L’ufficio del medico legale ha attribuito la morte di Bronstein a “un’intossicazione acuta da metanfetamine durante la contenzione da parte delle forze dell’ordine”, sebbene abbia dichiarato la causa “indeterminata”, afferma il giornale.

Read:  L'FBI offre una ricompensa di $ 10.000 per la donna del Nevada rapita Naomi Irion

Il video agghiacciante è stato rilasciato martedì dopo l’ordine di un giudice federale di renderlo pubblico.

Gli avvocati della famiglia affermano che gli agenti lo hanno schiaffeggiato in faccia nel tentativo di rianimarlo.
Gli avvocati della famiglia affermano che gli agenti lo hanno schiaffeggiato in faccia nel tentativo di rianimarlo.
Studio Legale Carrillo

“Lo stato della California non voleva che pubblicassimo questo video”, ha detto l’avvocato per i diritti civili della famiglia, Luis Carrillo.

“Grazie a Dio il giudice è d’accordo con noi, ed è per questo che ora puoi vedere questo video… È orribile, ma è l’unico modo in cui la sua famiglia può ottenere giustizia”, ​​ha aggiunto.

I funzionari della CHP hanno rifiutato di commentare il caso al LA Times, citando il contenzioso pendente.

Edward Bronstein con sua figlia Isabella Bronstein.
Bronstein è visto con sua figlia, Isabella Bronstein.
Per gentile concessione della famiglia Bronstein

Carrillo ha detto che il video non faceva parte del consueto protocollo per il CHP, i cui ufficiali non indossano telecamere per il corpo, sebbene le auto dell’agenzia abbiano dashcam.

“Sospetto che abbiano girato questo a scopo di addestramento e poi si siano resi conto che in seguito avrebbero dovuto rivelarne l’esistenza”, ha detto al giornale.

Michael Carrillo, che rappresenta la famiglia Bronstein con suo padre, ha detto che quando i poliziotti hanno sentito Bronstein dire: “Non riesco a respirare”, avrebbero dovuto fermarsi.

“Nessun agente ha intrapreso l’azione per strappargli gli altri, tirarlo di lato, fare qualcosa per dargli aria”, ha detto al LA Times. “Quando finalmente lo capovolgono, è senza vita.”

Read:  Stupratore seriale che ha aggredito le donne a Londra incarcerato a vita

La famiglia dice che Bronstein era terrorizzato dagli aghi e crede che questo sia il motivo per cui inizialmente era riluttante a rispettare gli ufficiali mentre cercavano di prelevare il suo sangue.

“Nessuno merita di morire in questo modo. È stato trattato come spazzatura, come se la sua vita non fosse meritevole”, ha detto sua figlia Brianna Palomino durante una conferenza stampa in cui annunciava l’uscita del filmato, ha riferito il LA Times.

La sua morte è avvenuta due mesi prima di quella di Floyd, ucciso nel maggio 2020 da un poliziotto di Minneapolis che si è inginocchiato sul suo collo e gli ha compresso le vie aeree.

La morte di Floyd ha suscitato appelli a livello nazionale per la riforma della polizia.

Il video è stato rilasciato dalla famiglia di Bronstein.
Il video è stato rilasciato dalla famiglia di Bronstein.
Studio Legale Carrillo

“Quando la nazione era in subbuglio per la tragedia di George Floyd, non avevamo idea che fosse successo anche al signor Bronstein”, ha detto Luis Carrillo.

Nel settembre 2021, il governatore della California Gavin Newsom ha firmato una legge che vieta alla polizia di utilizzare determinate prese a faccia in giù che hanno portato a diverse morti accidentali.

La legge mirava ad ampliare il divieto statale di soffocare sulla scia dell’omicidio di Floyd.

Con fili postali