Jimmy Butler, Heat sfrutta i Sixers senza Harden per ampliare il divario come leader dell’est

Jimmy Butler, Heat sfrutta i Sixers senza Harden per ampliare il divario come leader dell'est

Jimmy Butler, Heat sfrutta i Sixers senza Harden per ampliare il divario come leader dell’est

etutto è di gradimento a Miami in questo momento. Gli Heat sono a casa per la maggior parte del mese, si stanno godendo il loro più grande cuscino della stagione in cima Conferenza orientale, e hanno aggiunto la distanza tra loro e Filadelfia. Stanno per approfondire, anche.

Tyler Herro e Jimmy Maggiordomo ciascuno ha segnato 21 punti e gli Heat si sono ritirati nel quarto quarto battendo i 76ers 99-82 sabato sera. È stata l’undicesima vittoria di Miami nelle ultime 13 partite, spostando gli Heat tre partite di vantaggio dal secondo posto 76ers in Oriente.

L’aiuto è in arrivo. Victor Oladipo – che si è ripreso da un intervento chirurgico alla gamba per la maggior parte dell’anno – è stato guardato dalla panchina degli Heat sabato sera, in abiti urbani forse per l’ultima volta in questa stagione. Gli piacerebbe fare il suo debutto stagionale lunedì contro Houston.

James Harden è stato messo da parte per 76ers, Heat senza Kyle Lowry

Gabe Vincent ha segnato 16 punti e Martin ne ha aggiunti 14 per gli Heat, che sono 11-2 nelle ultime 13 partite. Miami era di nuovo senza Kyle Lowryche ha saltato la sua quarta partita consecutiva per motivi personali.

Read:  Ancelotti: Dopo questo capitolo al Real Madrid probabilmente mi ritirerò

Gioele Embiid ha chiuso con 22 punti e 15 rimbalzi per il Philadelphia, che ha resistito James Harden nella seconda notte di un back-to-back mentre si riprende da un infortunio al tendine del ginocchio sinistro. I 76ers avevano un minimo stagionale di punti e sono scesi a 1-14 quando hanno segnato meno di 100 punti.

Tyrese Maxey ha aggiunto 17 punti per i 76ers, che hanno posto fine a una serie di cinque vittorie consecutive. Tobia Harris aggiunto 16 per Filadelfia. Era la prima volta da un periodo di tre partite a metà dicembre in cui Philadelphia era in svantaggio di 20 in uscite consecutive. I 76ers erano in svantaggio di 21 contro Cleveland venerdì sera prima di riprendersi vincendo 125-119.

Il calore ha portato fino a 20

Il più grande deficit sabato è stato di 20, con Miami che ha preso un vantaggio di 40-20 su una tripla di Martin con 8:03 rimasti nel primo tempo. Philadelphia è andato su un parziale di 12-2 per tagliare il margine a metà nei successivi 3 minuti, ma Miami ha finito per prendere un vantaggio di 54-40 nell’intervallo.

Read:  La FIFA non vuole più che EA Sports porti il ​​proprio nome sul proprio videogioco

La vittoria ha dato a Miami (43-22) a vantaggio stagionale nella Eastern Conference sul secondo posto 76ers (39-24), con Milwaukee e Chicago (entrambi 39-25) 3 1/2 partite indietro.

Un 11-2 eseguito nel terzo ha portato Philadelphia a meno di due, prima che Vincent segnasse una tripla per chiudere il quarto e mandare Miami negli ultimi 12 minuti con un vantaggio di 73-68. Miami allora ha superato Philadelphia 26-14 nel quarto.

Miami è andata 3-1 nella settimana contro quattro contendenti dell’Est, battendo Chicago, Brooklyn e ora Philadelphia. L’unica sconfitta è stata a Milwaukee, una partita in cui gli Heat erano in vantaggio di 14 a metà del quarto quarto prima di crollare.

SUGGERIMENTI

76ers: Philadelphia è rimasta a 12 vittorie in meno di 3.000 di tutti i tempi, una pietra miliare solo il Boston Celtics e Los Angeles Lakers aver raggiunto. Embiid ha ottenuto il suo nono rimbalzo a 3 secondi dalla fine del primo quarto. Non ha ottenuto il suo decimo fino a quando le 9:05 sono rimaste nel terzo quarto.

Calore: La prima tripla della notte di Duncan Robinson è stata la 713a della sua carriera, rompendo un pareggio con Eddie Jones e portandolo al numero 2 nella lista di tutti i tempi di Miami. Tim Hardaway ha il record del club con 806, qualcosa che Robinson ha una possibilità di raggiungere prima della fine della stagione. Socio accomandatario per la gestione del calore Mick Arison era tra quelli a Stadio al coperto Cameron sabato per Mike Krzyzewskil’ultima partita casalinga di Duca. CEO di calore Nick Arison era il manager di Duke durante i suoi giorni al college lì.

Read:  Marcelo vuole restare al Real Madrid

SCHIAFFO FELICE

Embiid ha agitato una palla vagante nel terzo quarto e ha finito per schiaffeggiare Butler – il suo ex compagno di squadra di Filadelfia – sul lato della testa, un gioco che non sembrava essere intenzionale. Embiid si è rivolto a Butler e si è scusato, ma gli è stato comunque dato un tecnico.

STARE A CASA

Questo è stato l’inizio di un periodo in cui Miami gioca 11 partite su 12 in casa. Gli Heat giocano una partita su strada da qui a 30 marzo – che è a Filadelfia in poi 21 Marzo.

Miami ha giocato finora 29 partite casalinghe in questa stagione, il minor numero di partite in campionato con Orlando, Houston e Denver. Gli Heat hanno anche solo cinque partite in trasferta rimaste, anche loro in parità per il minor numero di partite in campionato con Orlando.

AVANTI IL PROSSIMO

76ers: Ospita Chicago lunedì.

Calore: Ospita Houston lunedì.