Joe Manchin chiede un aumento della produzione di petrolio sulla scia della guerra Russia-Ucraina

Joe Manchin chiede un aumento della produzione di petrolio sulla scia della guerra Russia-Ucraina

Joe Manchin chiede un aumento della produzione di petrolio sulla scia della guerra Russia-Ucraina

sen. Joe Manchin chiede all’amministrazione Biden di aumentare la produzione di energia e di porre fine alle importazioni di greggio dalla Russia dopo l’invasione dell’Ucraina.​

Il West Virginia Democratico, presidente del Comitato per l’energia e le risorse naturali del Senato, ha affermato che l’amministrazione deve garantire che gli Stati Uniti diventino indipendenti dal punto di vista energetico.​

“Mentre gli americani denigrano ciò che sta accadendo in Ucraina, gli Stati Uniti continuano a consentire l’importazione di oltre mezzo milione di barili al giorno di petrolio greggio e altri prodotti petroliferi dalla Russia durante questo periodo di guerra”, ha detto Manchin lunedì.

“​Questo non ha alcun senso e rappresenta un chiaro e presente pericolo per la sicurezza energetica della nostra nazione​”, ha affermato, osservando che il presidente russo Vladimir Putin sta usando l’energia come arma “​​nel tentativo di estorcere e costringere la nostra alleati.​”

Manchin ha affermato che gli Stati Uniti hanno le risorse e le tecnologie per “proteggere la nostra indipendenza energetica e supportare i nostri alleati in tutto il mondo”.

Read:  Il Texas raggiunge un accordo con lo stato messicano di Chihuahua per ridurre le ispezioni alle frontiere

​”​Se c’è mai stato un momento per essere indipendenti dall’energia, lo è adesso. Chiedo all’amministrazione e ai partner del settore di agire immediatamente, fino a vietare le importazioni di petrolio greggio dalla Russia”, ha affermato. “Continuare a chiedere ad altri paesi di fare ciò che possiamo fare per noi stessi in modo più pulito è ipocrita”.

​L’amministrazione Biden ha rifiutato di espandere la produzione di combustibili fossili statunitensi a favore di spingere per un aumento della produzione di energia pulita.

Il senatore statunitense Joe Manchin (D-WV) arriva al Campidoglio per un briefing da parte dei funzionari dell'amministrazione Biden.
Il senatore Joe Manchin ha affermato che è ipocrita per gli Stati Uniti denunciare la guerra in Ucraina mentre continuano a importare più di mezzo milione di barili al giorno di petrolio greggio e altri prodotti petroliferi dalla Russia.
Alex Wong/Getty Images

I repubblicani hanno criticato il presidente per aver cancellato il gasdotto Keystone XL e hanno affermato che le politiche dell’amministrazione sull’energia verde stanno incoraggiando le azioni del presidente Vladimir Putin in Ucraina.

Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha respinto queste affermazioni, dicendo che l’oleodotto Keystone non stava fornendo petrolio al mercato.

Read:  La squadra di rugby femminile della Norwich University accusata di nonnismo nel Vermont

“L’oleodotto Keystone non stava elaborando petrolio attraverso il sistema”, ha affermato ABC News’ “Questa settimana.” “Questo non risolve alcun problema. Questa è una diagnosi errata, o forse una diagnosi errata di ciò che deve accadere”.

“Vorrei anche notare che sui contratti di locazione petrolifera, ciò che effettivamente giustifica secondo il presidente Biden è il fatto che dobbiamo ridurre la nostra dipendenza dal petrolio estero, dal petrolio in generale … ​​e dobbiamo guardare ad altri modi per avere energia nel nostro paese e altri”, ha detto Psaki.

La Russia è il terzo esportatore di prodotti petroliferi negli Stati Uniti dietro Canada e Messico.

Nel 2020, la Russia ha inviato 540.000 barili di petrolio al giorno negli Stati Uniti, secondo la US Energy Information Agency.

L'ultima sul conflitto in Ucraina al 1 marzo 2022.
L’ultima sul conflitto in Ucraina al 1 marzo 2022.
Le squadre lavorano su un diritto di precedenza per l'oleodotto Keystone XL vicino a Oyen, Alberta, Canada.
Il presidente Biden ha cancellato il gasdotto Keystone XL a favore di politiche verdi.
Bloomberg

Senza indipendenza energetica, sostengono i critici, Putin sarà in grado di tenere gli Stati Uniti in ostaggio.


Ricevi le ultime novità aggiornamenti nel conflitto Russia-Ucraina con la diretta del Post.

Read:  Tre criminali identificati nel rapimento del bambino Brandon Cuellar

“Dobbiamo imparare lezioni da questo, e cioè siamo troppo dipendenti dalla Cina per la nostra catena di approvvigionamento, siamo troppo dipendenti dalla Russia e dal resto del mondo per la nostra energia”, ha affermato il senatore Marco Rubio della Florida, un membro del Comitato per le relazioni estere, secondo il Washington Examiner.

“Dobbiamo essere in grado di fare più cose in questo paese, produrre più della nostra energia, o potremmo essere tenuti in ostaggio in questo modo [Putin’s] terrà l’Europa in ostaggio”, ha detto.

Produzione di petrolio nel giacimento di Novo-Yelkhovskoye del Yelkhovneft Oil and Gas Production Board, parte della Tatneft Oil and Gas Company, nel distretto di Almetyevsk.
Manchin ha affermato che il presidente russo Vladimir Putin sta usando l’energia come arma “​​nel tentativo di estorcere e costringere i nostri alleati europei”.
TASS tramite Getty Images

Le sanzioni che le nazioni occidentali hanno schiaffeggiato alla Russia, anche se non hanno preso di mira il commercio di petrolio, hanno scosso gli acquirenti di tutto il mondo e hanno fatto salire il prezzo mondiale del petrolio a oltre 100 dollari al barile.​

Nel frattempo, i membri dell’Agenzia internazionale per l’energia hanno concordato martedì di rilasciare 60 milioni di barili di riserve di greggio per cercare di frenare l’impennata dei prezzi.

Con fili postali