La Casa Bianca ha bocciato il piano per inviare consiglieri in Ucraina: rapporto

La Casa Bianca ha bocciato il piano per inviare consiglieri in Ucraina: rapporto

La Casa Bianca ha bocciato il piano per inviare consiglieri in Ucraina: rapporto

Dato che la Russia stava ammassando fino a 100.000 soldati lungo il confine con l’Ucraina a dicembre, la Casa Bianca ha respinto la proposta dell’esercito americano di inviare “poche centinaia” di personale addizionale per le operazioni speciali in Ucraina per fornire addestramento sulla guerra non convenzionale per paura della mossa provocherebbe Mosca, secondo un rapporto.​

L’amministrazione Biden sperava che si potesse raggiungere una soluzione diplomatica alla situazione di stallo militare ed era preoccupata che l’afflusso di truppe statunitensi nell’ex stato sovietico avrebbe fatto deragliare lo sforzo, ha riferito Politico domenica.​​

Il rapporto afferma che un funzionario del Pentagono ha informato la commissione per i servizi armati del Senato che il piano è stato abbandonato a causa di quei timori.

Read:  Il comitato della Camera del 6 gennaio ha citato in giudizio la fidanzata di Don Trump Jr

Il segretario alla Difesa Lloyd Austin aveva pianificato di parlare direttamente con il presidente Biden della missione, afferma il rapporto.​​

A quel tempo, gli Stati Uniti stavano condividendo informazioni di intelligence con gli alleati della NATO su una possibile invasione russa in Ucraina.​


Ricevi le ultime novità aggiornamenti nel conflitto Russia-Ucraina con la copertura in diretta di The Post.


Un portavoce della Casa Bianca ha detto a Politico che “nessun piano” per una tale missione di addestramento “è mai stato presentato” alla Casa Bianca o al Consiglio di sicurezza nazionale.

Un funzionario del Dipartimento della Difesa ha negato che Biden e la Casa Bianca non abbiano “annullato alcuna attività di addestramento pianificata per l’Ucraina fino al riposizionamento delle forze statunitensi a febbraio”.

Convogli filo-russi arrivano fuori dalla città di Volnovakha, in Ucraina, controllata dai separatisti, il 12 marzo 2022.
Convogli filo-russi arrivano fuori dalla città di Volnovakha, in Ucraina, controllata dai separatisti, il 12 marzo 2022.
REUTERS/Alexander Ermochenko

I funzionari non avrebbero discusso se si fossero svolte discussioni informali con la Casa Bianca o se si fossero tenuti i briefing di Capitol Hill.

Read:  I conduttori della TV di stato russa ridono mentre discutono del bombardamento di New York

I consiglieri statunitensi avrebbero istruito le forze ucraine in tattiche di guerriglia, un’operazione separata dall’addestramento formale in tattiche militari presso lo Yavoriv Combat Training Center nell’Ucraina occidentale, afferma il rapporto.

Ilan Berman, vicepresidente senior dell’American Foreign Policy Council che si è consultato con la CIA e il Dipartimento di Stato, ha criticato la decisione.

Il segretario di Stato Antony Blinken
Il segretario di Stato Antony Blinken ha promesso di autorizzare milioni di aiuti militari per l’Ucraina.
Manuel Balce Ceneta/Piscina via REUTERS
Invasione russa dell'Ucraina a partire dall'11 marzo 2022.
Invasione russa dell’Ucraina a partire dall’11 marzo 2022.
Grafica della posta di New York

“Questo fa parte di una storia più ampia in cui la Casa Bianca ha tirato i pugni in vista del conflitto, quando abbiamo già visto che i russi stavano accumulando truppe”, ha detto Berman a Politico. “Sulla base di presupposti errati su ciò che Vladimir Putin voleva fare o sulla base delle preoccupazioni per la provocazione di Putin, non aveva bisogno di provocazione! — è un esempio di questi calcoli che portano a un approccio più passivo di quello che avremmo potuto adottare”.

Read:  Putin potrebbe usare la guerra in Ucraina per immischiarsi nella politica statunitense: rapporto

Il segretario di Stato Antony Blinken ha dichiarato sabato di aver autorizzato fino a 200 milioni di dollari in assistenza militare all’Ucraina, portando l’assistenza alla sicurezza totale fornita dall’amministrazione a oltre 1,2 miliardi di dollari.

Sebbene gran parte degli aiuti militari consistano in equipaggiamento difensivo come i missili anticarro Javelin, il presidente ha ripetutamente affermato che non intende avere stivali statunitensi a terra in Ucraina.

Il segretario alla Difesa Lloyd Austin
Secondo quanto riferito, il segretario alla Difesa Lloyd Austin aveva pianificato di discutere con il presidente Joe Biden dell’invio di personale militare in Ucraina lo scorso dicembre.
AP Foto/Manuel Balce Ceneta

L’amministrazione ha anche respinto le richieste del presidente Volodymyr Zelensky di stabilire una no-fly zone sul suo paese perché potrebbe trascinare gli Stati Uniti in una guerra più ampia con la Russia.

Ha anche rifiutato un’offerta dalla Polonia per inviare caccia MiG-29 dell’era sovietica in Ucraina per le stesse paure.