La Cina affronta la peggiore epidemia di COVID-19 in due anni

La Cina affronta la peggiore epidemia di COVID-19 in due anni

La Cina affronta la peggiore epidemia di COVID-19 in due anni

not dallo scoppio iniziale di COVID-19 a Wuhan la Cina è stata soggetta a normative così rigide, eppure milioni di persone sono state costrette a un nuovo blocco mentre la nazione subisce la sua peggiore epidemia di virus in quasi due anni.

Domenica dopo è iniziato il nuovo periodo di lockdown COVID-19 i casi sono raddoppiati a quasi 3.400, con la Cina che ora tenta di utilizzare una politica di tolleranza zero per affrontare l’ultima serie di COVID-19.

In un rapporto pubblicato da France24, un’ondata di casi a livello nazionale ha visto le autorità chiudere le scuole a Shanghai, mentre i quartieri residenziali centrali sono stati bloccati a Shenzhen.

Read:  Patrimonio netto di Travon Walker 2022: qual è il bonus di firma di Walker?

L’ultimo focolaio è stato guidato dalla variante Omicron altamente trasmissibile che ha devastato l’Europa a Natale, e anche i programmi di test di massa sono tornati in vigore a Jilin.

È interessante notare che sabato il sindaco di Jilin e il capo della commissione sanitaria di Changchun sono stati licenziati dai rispettivi incarichi.

Nuove restrizioni

Con questo nuovo ceppo di COVID-19 molto meno letali delle precedenti iterazioni, vengono introdotte severe restrizioni non appena viene identificato un nuovo focolaio.

“È il peggiore dal 2020”, ha soprannominato un residente di Shenzhen Zhang ha detto all’AFP. “Le chiusure sono troppo improvvise, la mia amica si è svegliata la mattina e ha scoperto che il suo edificio era stato sigillato durante la notte senza preavviso. Il suo capo le ha dovuto spedire il suo laptop”.

Read:  Bridgerton Stagione 2: un riepilogo della prima stagione in vista della premiere di domani

A Futian, vicino a Shenzhen e Hong Kong, circa 300.000 persone sono state rinchiuse, mentre la stessa Hong Kong ha uno dei più alti tassi di mortalità per covid. nel frattempo a Shanghaiscuole, ristoranti e negozi sono stati chiusi.

“Ho amici con cui sono uscito qualche giorno fa, ma sono stati improvvisamente messi in quarantena di recente”, ha detto all’AFP Serena Li, residente a Shanghai.