La golfista transgender Mianne Bagger strappa i concorrenti “di corporatura maschile” negli sport femminili

La golfista transgender Mianne Bagger strappa i concorrenti "di corporatura maschile" negli sport femminili

La golfista transgender Mianne Bagger strappa i concorrenti “di corporatura maschile” negli sport femminili

Una pioniera giocatrice di golf transgender ora sostiene le modifiche legali che le avrebbero impedito di competere, sostenendo che i concorrenti “di corporatura maschile” possono dominare gli sport femminili con uno “schiaffo in faccia alle donne”.

La golfista danese Mianne Bagger, ora 55enne, ha fatto la storia nel 2004 quando è diventata la prima atleta transgender in un torneo di golf professionistico agli Australian Open femminili.

Ma ha detto a “Insight” della TV australiana che ora sostiene un disegno di legge che mira a bandire le atlete transgender dagli eventi femminili Down Under, ammettendo che la lascerà bollata come “ipocrita”, secondo news.com.au.

Bagger si è lamentato del fatto che le leggi attuali consentono alle “persone di corpo maschile di presentarsi come donne, che vivono come donne, con vari gradi di intervento medico e, in alcuni gradi, nessun intervento medico”.

Read:  Un tribunale indonesiano condanna a morte un insegnante per aver violentato 13 studenti

“Ha oltrepassato il limite, a mio avviso, lo ha davvero”, ha detto, secondo il rapporto.

La golfista transgender Mianne Bagger strappa i concorrenti di corporatura
La golfista danese Mianne Bagger afferma di sostenere una legge australiana che vieterebbe agli atleti transgender di competere negli sport femminili.
AFP tramite Getty Images
La golfista transgender Mianne Bagger strappa i concorrenti di corporatura
Bagger afferma che gli atleti “di corporatura maschile” dominano gli sport femminili, definendolo uno “schiaffo in faccia alle donne”.
SBS

“È uno schiaffo in faccia alle donne”.

Bagger ha strappato il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) per aver modificato la sua politica di trans-inclusione, il che ora significa che un intervento chirurgico di riassegnazione di genere non è più necessario per un’atleta trans per competere.

La decisione di consentire agli atleti trans di essere idonei dopo un anno senza ormoni – in calo rispetto ai due precedenti – “nega quasi l’impatto del testosterone sulle prestazioni fisiche”, ha insistito Bagger nello show.

Mianne Bagger
Bagger è stato il primo atleta transgender a competere in un torneo di golf professionistico.
AFP tramite Getty Images

“Il che è ovviamente una vera spazzatura”, ha detto.

Read:  Cosa significa il sequestro da parte della Russia della più grande centrale nucleare dell'Ucraina?

“Chiunque abbia una conoscenza di base sulla biologia e la differenza tra uomini e donne sa che è ridicolo. È la pubertà maschile che garantisce davvero ai ragazzi e agli uomini quella prestazione fisica nello sport”, ha detto.

“E penso che sia inconfutabile: è ridicolo suggerire il contrario.”

Bagger ha detto allo show che la sua stessa transizione è stata “fondamentale” nella sua vita e ha sottolineato che cercava ancora “l’inclusione” nella “società di tutti i giorni”.

Mianne Bagger
Bagger ha definito la decisione del CIO di consentire agli atleti transgender di competere dopo un anno senza ormoni “una vera spazzatura”.
Getty Images

“Vogliamo uguaglianza, assenza di discriminazione e, naturalmente, ogni singola persona dovrebbe avere uguale accesso alla vita, ai servizi e al lavoro nella società”, ha affermato.

“Nello sport? È diverso”, ha insistito. “Lo sport riguarda la capacità fisica. Non si tratta solo di discriminazione, non si tratta solo di uguaglianza e parità di accesso. È una capacità fisica.

Read:  Il proprietario di una palestra che sfidava il blocco del New Jersey, Ian Smith, è stato accusato di DUI

“Se hai un gruppo – maschi – che sono in media più forti, più alti, più veloci, al contrario delle donne, ci deve essere una divisione”, ha insistito.

Questo è stato particolarmente importante “quando si tratta di sport professionistici d’élite”, ha sottolineato.

Mianne Bagger
Bagger ha detto che sarebbe aperta agli atleti trans che gareggiano negli sport femminili se fossero soggetti a regole più severe per l’ingresso.
WireImage

“Hai soldi, medaglie, record mondiali – c’è una dinamica completamente diversa in gioco”, ha detto.

Bagger ha detto che sarebbe stata aperta agli atleti trans che gareggiano secondo regole più rigide, ma non le “politiche attuali e ammorbidite che richiedono un intervento medico sempre meno di una persona di corpo maschile che entra nello sport femminile”.

“Al momento sono vista come una voce un po’ ipocrita, quindi devo solo accettare gli abusi e qualsiasi critica che verrà sulla mia strada”, ha detto.