La risposta degli Stati Uniti alle armi chimiche russe in Ucraina “dipenderebbe” dall’uso

La risposta degli Stati Uniti alle armi chimiche russe in Ucraina "dipenderebbe" dall'uso

La risposta degli Stati Uniti alle armi chimiche russe in Ucraina “dipenderebbe” dall’uso

Il presidente Biden ha detto giovedì che la risposta dell’Occidente al potenziale uso russo di armi chimiche in Ucraina “dipenderebbe” da quanto grave sia stato un simile attacco.

“Rispondremmo se lo usasse, ma la natura della risposta dipenderebbe dalla natura dell’uso”, ha detto Biden in una vivace conferenza stampa a Bruxelles poche ore dopo l’incontro con i leader degli altri 29 paesi della NATO.

Biden notoriamente ha dato una risposta altrettanto equivoca il 19 gennaio quando ha affermato che il presidente russo Vladimir Putin potrebbe subire sanzioni meno dure per una “piccola incursione”, che ha suscitato proteste da parte dei leader ucraini che hanno affermato che Biden ha dato a Mosca il “via libera” per attaccare.

Nonostante l’urgenza della sessione della NATO e l’attesa della sua conferenza stampa, il presidente ha risposto alle domande di soli sei giornalisti e ha parlato per meno di 20 minuti dopo averla spostata frettolosamente un’ora e mezza prima, nel mese di anniversario della Russia. invasione.

Presidente Joe Biden
Il presidente Biden ha affermato in un vertice della NATO che la risposta dell’Occidente alla Russia che utilizza armi chimiche dipenderà dalla gravità di un tale attacco.
EPA
Il presidente russo Vladimir Putin
Biden ha affermato che l’Occidente deve rimanere unito nella sua risposta all’invasione dell’Ucraina da parte di Putin.
tramite REUTERS

All’inizio della giornata, alcuni dei suoi eventi si sono svolti in ritardo e Biden si è distinto tra i leader mondiali per non parlare ai giornalisti a margine dei vertici della NATO e dei leader del G7.

Read:  Roy Blunt dice di non votare Ketanji Brown Jackson

Biden ha lasciato intendere che avrebbe visitato il confine ucraino venerdì dopo essere arrivato in Polonia. Si è fatto ridere dai giornalisti quando ha detto che sperava di controllare alcuni degli oltre 3,5 milioni di rifugiati in fuga dall’Ucraina, ma che “Penso che non dovrei dire dove sto andando, vero? Ma comunque, spero di vedere molte persone”.

Il presidente ha sottolineato di voler mantenere un fronte “completamente unito” con gli alleati statunitensi sulle sanzioni anti-Russia in mezzo alla distruzione diffusa nelle principali aree urbane, ma non ha menzionato la decisione dell’Europa occidentale di continuare a importare petrolio e gas naturale russi, nonostante gli Stati Uniti divieto che Biden ha adottato dopo che un’alleanza bipartisan al Congresso ha minacciato di forzargli la mano.

Guerra d'Ucraina
È passato un mese dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina.
REUTERS

Il presidente di Biden era indeciso quando durante la conferenza stampa gli è stato chiesto se l’Ucraina avrebbe dovuto cedere la terra alla Russia per ottenere un cessate il fuoco.

“Questo è un giudizio totale basato sull’Ucraina”, ha detto Biden. “Non credo che dovranno farlo. Ma questo è un giudizio: ci sono negoziati, ci sono discussioni, dovrei dire, che hanno avuto luogo di cui non ho fatto parte, compresi gli ucraini. Ed è il loro giudizio da esprimere”.

Read:  L'adolescente di Las Vegas avrebbe aggredito sessualmente l'insegnante durante i voti

Biden ha fornito un’altra risposta flessibile quando gli è stato chiesto se la Russia sarebbe stata espulsa dal forum economico del G-20.

Presidente Joe Biden
Il presidente Biden ha anche discusso della possibilità di espellere la Russia dal forum del G-20.
AP
Guerra d'Ucraina
L’invasione russa dell’Ucraina ha prodotto 3,5 milioni di rifugiati.
REUTERS

“La mia risposta è sì. Ciò dipenderebbe dal G-20. Questo è stato sollevato oggi. E ho sollevato la possibilità che se ciò non può essere fatto, se l’Indonesia e altri non sono d’accordo, allora dovremmo, a mio avviso, chiedere che l’Ucraina possa partecipare alle riunioni… e osservare”, ha detto.

Biden ha concluso la sua conferenza stampa dopo essersi scagliato contro un giornalista della CBS che ha chiesto informazioni sulla prospettiva di nuove sanzioni che cambino il corso di Putin nella guerra, indicando che le sanzioni potrebbero dover rimanere in vigore per un anno intero per avere un impatto.

“Cosa ti fa pensare che Vladimir Putin cambierà rotta in base all’azione che hai intrapreso oggi?” ha chiesto il giornalista.

Guerra d'Ucraina
Il presidente Biden ha affermato che qualsiasi soluzione negoziata per porre fine alla guerra dovrebbe coinvolgere l’Ucraina.
REUTERS

“Non ho detto che, in effetti, le sanzioni lo avrebbero scoraggiato”, ha detto Biden. “Le sanzioni non scoraggiano mai. Continui a parlarne. Le sanzioni non scoraggiano mai. Il mantenimento delle sanzioni, il mantenimento delle sanzioni, l’aumento del dolore… non solo il mese prossimo, il mese successivo, ma per il resto dell’intero anno, questo è ciò che lo fermerà”, ha detto Biden.

Read:  I musulmani indonesiani celebrano l'Eid con preghiere di massa

Il giornalista ha proseguito: “Credi che le azioni di oggi avranno un impatto sul cambio di rotta della Russia in Ucraina?”

«Non è quello che ho detto. Stai facendo un gioco con me,” disse Biden.

“La risposta è no. Penso che quello che succede è che dobbiamo dimostrare: lo scopo, l’unica cosa più importante è per noi rimanere uniti e il mondo continua a concentrarsi su che bruto è questo ragazzo e su tutte le vite delle persone innocenti che vengono perse e rovinate e cosa sta succedendo. Questa è la cosa importante”.

Biden ha aggiunto: “Ma guarda, se sei Putin e pensi che l’Europa crollerà tra un mese o sei settimane o due mesi, perché no. Possono prendere qualsiasi cosa per un altro mese. Ma dobbiamo dimostrare – il motivo per cui ho chiesto l’incontro – dobbiamo rimanere pienamente, totalmente, completamente uniti”.