La Russia afferma che le relazioni statunitensi sono al punto di “rottura” dopo che Biden ha definito Putin un criminale di guerra

La Russia afferma che le relazioni statunitensi sono al punto di "rottura" dopo che Biden ha definito Putin un criminale di guerra

La Russia afferma che le relazioni statunitensi sono al punto di “rottura” dopo che Biden ha definito Putin un criminale di guerra

Le relazioni tra Russia e Stati Uniti sono “sul punto di rompersi” dopo che il presidente Biden ha definito il leader russo Vladimir Putin un criminale di guerra, secondo il ministero degli Esteri russo.

Il messaggio è stato consegnato di persona lunedì a John Sullivan, ambasciatore degli Stati Uniti in Russia, ha affermato il ministero in una nota.

Sullivan è stata “consegnata una nota di protesta in relazione alle recenti dichiarazioni inaccettabili fatte [by Biden]”, ha affermato il ministero.

Read:  Il corpo della madre britannica scomparsa di due Katie Kenyon è stato trovato nella foresta, sospettata arrestata

“Si sottolinea che tali dichiarazioni del presidente americano, indegne di uno statista di così alto rango, hanno messo le relazioni russo-americane sull’orlo della rottura”, si legge nella nota.

Il Cremlino ha aggiunto che qualsiasi “azione ostile intrapresa contro la Russia riceverebbe un deciso e fermo rifiuto”.

Biden ha fatto il commento mercoledì dopo che un giornalista gli ha chiesto se era disposto ad attaccare l’etichetta al presidente russo.

“Oh, penso che sia un criminale di guerra”, ha detto Biden.

Gli ucraini in fuga dalla città assediata di Mariupol insieme ad altri passeggeri provenienti da Zaporizhzhia arrivano a Leopoli il 20 marzo 2020.
Gli ucraini in fuga dalla città assediata di Mariupol insieme ad altri passeggeri provenienti da Zaporizhzhia arrivano a Leopoli il 20 marzo 2020.
AP Foto/Bernat Armangue
Il presidente Biden ha chiamato Vladimir Putin a "criminale di guerra" mentre rispondeva alla domanda di un giornalista il 16 marzo 2022.
Il 16 marzo 2022 il presidente Biden ha definito Vladimir Putin un “criminale di guerra” mentre rispondeva alla domanda di un giornalista.
Foto di AP/Patrick Semansky, file
I vigili del fuoco ucraini hanno spento il fumo dopo il bombardamento di un centro commerciale a Kiev il 21 marzo 2022.
I vigili del fuoco ucraini hanno spento il fumo dopo il bombardamento di un centro commerciale a Kiev il 21 marzo 2022.
Foto di AP/Efrem Lukatsky
Il Cremlino ha aggiunto che qualsiasi "le azioni ostili intraprese contro la Russia riceverebbero un deciso e fermo rifiuto."
Il Cremlino ha aggiunto che qualsiasi “azione ostile intrapresa contro la Russia riceverebbe un deciso e fermo rifiuto”.
Mikhail Klimentyev, Sputnik, foto della piscina del Cremlino tramite AP
Un militare ucraino si trova fuori da un bunker alla periferia di Kiev.
Un militare ucraino si trova fuori da un bunker alla periferia di Kiev.
AP Photo/Vadim Ghirda
Il videografo dell'Associated Press Mstyslav Chernov cammina in mezzo al fumo che sale da una base di difesa aerea all'indomani di un attacco russo a Mariupol.
Il videografo dell’Associated Press Mstyslav Chernov cammina in mezzo al fumo che sale da una base di difesa aerea all’indomani di un attacco russo a Mariupol.
AP Photo/Evgeniy Maloletka
Soldati ucraini e vigili del fuoco cercano persone sotto i detriti all'interno di un centro commerciale dopo i bombardamenti, a Kiev.
Soldati ucraini e vigili del fuoco cercano persone sotto i detriti all’interno di un centro commerciale dopo i bombardamenti, a Kiev.
AP Foto/Felipe Dana
Un uomo reagisce in piedi vicino alla sua casa in rovina dopo un bombardamento delle forze russe il 21 marzo 2022.
Un uomo reagisce vicino alla sua casa in rovina dopo i bombardamenti delle forze russe il 21 marzo 2022.
Foto di AP/Efrem Lukatsky
Un vigile del fuoco osserva la distruzione dopo che un centro commerciale a Kiev, in Ucraina, è stato bombardato il 21 marzo 2022.
Un vigile del fuoco osserva la distruzione dopo che un centro commerciale a Kiev, in Ucraina, è stato bombardato il 21 marzo 2022.
AP

La dichiarazione del Cremlino segue una tendenza di retorica sempre più ostile tra Stati Uniti e Russia mentre la sua invasione dell’Ucraina rimane in stallo.

Read:  L'armaiolo "Rust" ha pianto per la sua carriera dopo aver sparato mortalmente

Venerdì, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che qualsiasi consegna di armi straniere all’Ucraina sarebbe considerata un obiettivo militare legittimo dal Cremlino.

Con fili postali