La star del tennis ucraino Sergiy Stakhovsky si unisce all’esercito per combattere la Russia

La star del tennis ucraino Sergiy Stakhovsky si unisce all'esercito per combattere la Russia

La star del tennis ucraino Sergiy Stakhovsky si unisce all’esercito per combattere la Russia

La star del tennis ucraino Sergiy Stakhovsky si è arruolato nelle riserve militari del suo paese mentre la Russia continua la sua invasione del paese, ha detto.

Stakhovsky, 36 anni, quattro volte vincitore del titolo ATP Tour che è diventato famoso dopo aver battuto Roger Federer a Wimbledon nel 2013, ha detto sabato di essersi unito all’esercito la scorsa settimana ed era ansioso di tornare nel suo paese d’origine per aiutare a combattere, ha riferito Reuters .

Read:  Il confine con gli Stati Uniti vede una ressa di migranti dal Perù

“Certo, combatterei, è l’unico motivo per cui sto cercando di tornare indietro”, ha detto Stakhovsky a Sky News, sottolineando che non ha esperienza militare, ma ha “esperienza con una pistola in privato”.

“Mio padre e mio fratello sono chirurghi, sono stressati, ma parlo spesso con loro: dormono nel seminterrato”, ha aggiunto, ha riferito Reuters.

In un post sui social media, Stakhovsky ha affermato di essere orgoglioso del suo Paese e delle sue forze armate.

“Sono orgoglioso di @ukraine_defence Sono orgoglioso di @national_guard_of_ukraine Sono orgoglioso del mio presidente @zelenskiy_official Sono orgoglioso di ogni ucraino. Sono orgoglioso di essere ucraino.
Credi nel nostro esercito… credi nella nostra invincibilità. Gloria all’Ucraina”, ha scritto in un post, secondo una traduzione inglese.

Read:  Chi è la nuova addetta stampa della Casa Bianca Karine Jean-Pierre?

Dayana Yastremska, un’altra professionista di tennis ucraina, ha scritto sui social media che la sua famiglia ha mandato lei e sua sorella fuori dal Paese per la loro sicurezza.

Sergiy Stakhovsky, che sabato si è arruolato nelle riserve militari del suo paese, si è detto orgoglioso del suo paese e delle sue forze armate.
Instagram – Sergio Stakhovsky

“Dopo aver trascorso due notti nel parcheggio sotterraneo, i miei genitori hanno deciso a tutti i costi di mandare me e la mia sorellina fuori dall’Ucraina! Mamma, papà, ti vogliamo tanto bene, prenditi cura di te!!! Ti amo il mio paese”, ha scritto su Instagram.

Lesia Tsurenko, un’altra tennista ucraina, ha chiesto alla comunità del tennis di unirsi per sostenere l’Ucraina e condannare l’aggressione russa.

“È semplicemente inaccettabile che le persone nel mio paese muoiano a causa di ambizioni politiche [a] dittatore russo!” ha scritto in un post. “Voglio solo la pace e voglio poter tornare a casa”.