Le bombe non possono impedire ai postini ucraini di consegnare

Le bombe non possono impedire ai postini ucraini di consegnare

Le bombe non possono impedire ai postini ucraini di consegnare

Né i proiettili che piovono né il calore della guerra possono impedire a questi corrieri dai loro turni designati.

Più di 50.000 postini ucraini, per lo più donne, stanno rischiando la vita per consegnare lettere, pacchi e, soprattutto, pensioni a persone in tutto il paese, facendosi strada attraverso strade bombardate e condomini maltrattati per raggiungere i residenti più vulnerabili di le loro comunità, ha riferito il Times di Londra.

“Alcuni dei pensionati non hanno nessuno tranne me”, ha detto Natalia Kuhta, 58 anni, una postina nella capitale Kiev. “Questo è l’unico supporto che hanno a volte.”

Read:  Informativa finanziaria "attiva" e "non sicura"

Nelle cinque settimane dall’inizio della guerra, più di quattro milioni di persone sono fuggite dall’Ucraina e altri 6,5 milioni sono sfollati. Ma tre quarti della popolazione del Paese, compresi molti poveri e anziani, resta indietro.

Igor Smilyansky, direttore generale del servizio postale statale Ukrposhta, ha detto al Times che i suoi uffici hanno chiuso solo il primo giorno di guerra e da allora pensioni, cibo e aiuti umanitari sono stati consegnati a milioni di persone. “Abbiamo capito che se non consegniamo le pensioni, queste persone saranno senza mezzi per sopravvivere”, ha detto.

Read:  Il pastore che ha registrato la bocca dei bambini dice che gli studenti hanno maltrattato l'insegnante
Un uomo passa davanti all'edificio dell'ufficio postale centrale danneggiato dai bombardamenti notturni a Chernihiv, in Ucraina, mercoledì 30 marzo 2022
Un uomo passa davanti all’edificio dell’ufficio postale centrale danneggiato dai bombardamenti notturni a Chernihiv, in Ucraina, il 30 marzo 2022.
AP foto

Da quando sono iniziati i combattimenti, ha detto Smilyansky, Ukrposhta ha consegnato l’85% delle pensioni del paese. Alcuni dovevano essere introdotti di contrabbando nei territori occupati dalla Russia attraverso percorsi segreti attraverso le foreste.

“Se le persone vedono che la posta funziona, possono ordinare i pacchi su Internet”, ha detto Smilyansky. “Penso che sia importante mantenerlo: anche piccoli pezzi di vita normale”.

Ciò significa che i postini spesso indossano giubbotti antiproiettile ed elmetti per andare nelle città in prima linea. Almeno due sono stati uccisi quando i russi hanno attaccato il loro furgone nella regione orientale di Zaporizhzhia.

Read:  La sorella di Biden ripete bugie sul plagio in "Crescere Biden"

Alcune zone, come Mariupol assediata e quasi rasa al suolo, non possono essere raggiunte.

Ukrposhta ha anche reindirizzato le esportazioni della nazione da un hub logistico a Kiev a Leopoli nell’ovest, dove vengono poi spedite in Polonia, nel tentativo di sopravvivere alle imprese ucraine.