L’espulsione di Jokic contro Warriors, l’inizio di una fine inaspettata per Nuggets?

L'espulsione di Jokic contro Warriors, l'inizio di una fine inaspettata per Nuggets?

L’espulsione di Jokic contro Warriors, l’inizio di una fine inaspettata per Nuggets?

ioSe qualcuno dubita che i playoff siano un torneo diverso dalla regular season, soprattutto nel NBAdovrebbero ricredersi, soprattutto dopo la reazione di Nikola Jokic in Game 2, che oltre ad aver trovato in Draymond Green la sua nemesi era la personificazione delDenver Nuggets‘ frustrazione contro il Golden State Warriors.

Nel complesso, i numeri del Joker in questa seconda partita al Chase Center sono stati notevoli (26 punti, 11 rimbalzi, 4 assist,) ma i giochi mentali si sono rivelati troppo per il serbo.

Read:  Patrick Beverley spiega come Russell Westbrook abbia "danneggiato" la sua carriera nel 2019

Green e i suoi compagni di squadra sapevano come rallentare il gioco di potere del candidato MVP 2021-22, ma non solo con il gioco fisico, ma con il tipo di basket che fa crollare i fuoriclasse della lega a un livello terreno.

La pressione che è caduta sul roster dei Nuggets dopo questa coppia di partite a The Bay è brutale. L’espulsione di Jokic è stata la più grande dimostrazione di impotenza di fronte alla certezza e alla lucidità di gioco dei Warriors, ma quello che è successo nell’ultimo tempo fuori dalla squadra era al limite dell’assurdo.

Read:  Kevin Durant si stanca delle chiacchiere spazzatura dei fan e risponde al fuoco: "Chiudi quel cazzo di bocca e siediti"

I cugini e un nuovo sfogo contro i Guerrieri

Mentre gli Splash Brothers si sono uniti per 74 punti contro i 126 di Golden State, Will Barton e DeMarcus Cousins ​​hanno dovuto essere separati dai loro compagni di squadra per evitare una grave catastrofe.

E ragazzo, poteva andare peggio, ricordando che Cousins ​​è stato espulso nel quarto quarto di gara 1 contro la sua ex squadra dopo aver raccolto due falli tecnici consecutivi. Dopo 12 anni in campionato, il veterano continua ad essere dominato dalle sue emozioni.

Giovedì la serie si sposta a Denver, dove la squadra di casa dovrà provocare un’implosione che cambierà la frustrazione mostrata nelle prime due partite per la versione migliore di tutti i suoi giocatori… e per Jokic e Cousins ​​per dimostrare di essere sono mentalmente pronti a mostrare segni di vita contro i Warriors.

Read:  Barcellona: Gavi e Araujo rifiutano nuove offerte di contratto al Barcellona