Meta ha pagato l’azienda GOP per promuovere storie negative su TikTok: rapporto

Meta ha pagato l'azienda GOP per promuovere storie negative su TikTok: rapporto

Meta ha pagato l’azienda GOP per promuovere storie negative su TikTok: rapporto

Secondo un rapporto di mercoledì, Meta ha assunto una delle principali società di consulenza del GOP per scatenare la rabbia contro TikTok e deviare il controllo politico da Facebook e Instagram.

La società di consulenza, Targeted Victory, ha spinto per “far passare il messaggio che mentre Meta è l’attuale sacco da boxe, TikTok è la vera minaccia, soprattutto in quanto app di proprietà straniera che è la n. 1 nella condivisione dei dati utilizzati dai giovani adolescenti”, secondo un’e-mail interna di febbraio riportata dal Washington Post.

Secondo quanto riferito, Targeted Victory ha fatto avanzare l’agenda di Meta spingendo notizie che incolpano pericolose tendenze online come la “sfida dello schiaffo a un insegnante” su TikTok, anche se la tendenza in realtà ha avuto origine su Facebook.

Read:  Il dentista della Florida Charles Adelson accusato di aver ingaggiato un sicario per uccidere l'ex marito della sorella nel 2014

Il gruppo ha anche contribuito a pubblicare editoriali e lettere all’editore su giornali locali come il Denver Post e il Des Moines Register, sollevando preoccupazioni sulla Cina che “raccoglie deliberatamente dati comportamentali sui nostri bambini”, secondo il rapporto.

Il CEO di Meta, Mark Zuckerberg, ha accusato TikTok del rallentamento della crescita degli utenti di Facebook, che ha contribuito a far crollare le sue azioni del 32,5% finora quest’anno.

Tic toc
Secondo quanto riferito, Targeted Victory ha spinto il messaggio che “TikTok è la vera minaccia, soprattutto in quanto app di proprietà straniera che è la n. 1 nella condivisione dei dati utilizzati dai giovani adolescenti”.
Getty Images

“Le persone hanno molte scelte su come vogliono trascorrere il loro tempo e app come TikTok stanno crescendo molto rapidamente”, ha detto Zuckerberg durante una chiamata sugli utili a febbraio.

Il mandato di Targeted Victory da parte di Meta sembrava essere duplice: impedire a TikTok di attirare utenti da Instagram e Facebook, riducendo anche il supporto per azioni legali antitrust e progetti di legge contro Meta.

Zac Moffatt
Il CEO di Targeted Victory Zac Moffatt afferma che alcuni dei rapporti del Washington Post sono “imprecisi o totalmente sbagliati”.
miratavittoria.com

“Punto bonus se riusciamo a inserire questo in un messaggio più ampio che le proposte di legge/proposte attuali non sono dove [state attorneys general] o i membri del Congresso dovrebbero essere concentrati”, ha scritto un membro dello staff di Targeted Victory in un’e-mail ottenuta dal giornale.

Read:  Jill Biden era contraria a scegliere Kamala Harris come compagno di corsa di Joe Biden, rivela il nuovo libro

Zac Moffatt, CEO di Targeted Victory, che in precedenza ha lavorato come direttore digitale della campagna presidenziale di Mitt Romney nel 2012, ha detto al New York Post che sta “lavorando su un elenco di punti in cui il [Washington Post’s] la segnalazione era imprecisa o semplicemente completamente sbagliata.

“La pratica aziendale di Targeted Victory gestisce i team bipartisan per conto dei nostri clienti”, ha aggiunto Moffatt. “È di dominio pubblico che collaboriamo con Meta da diversi anni e siamo orgogliosi del lavoro che abbiamo svolto”.

Ha anche indicato diversi titoli del Washington Post del 2021 che avevano collegato le tendenze virali – inclusa la “sfida dello schiaffo a un insegnante” – a TikTok.

Read:  La sparatoria all'Arizona Tanger Outlets ferisce cinque persone, compresi i bambini

“Queste storie virali su TikTok affermano [sic] se “voci” sono state effettivamente riportate dal loro stesso giornale, alcune risalenti a oltre 6 mesi fa”, ha aggiunto Moffatt in un Discussione su Twitter.

Il Washington Post non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Un portavoce di TikTok ha affermato che la società è “profondamente preoccupata che l’alimentazione dei resoconti dei media locali su presunte tendenze che non sono state trovate sulla piattaforma possa causare danni nel mondo reale”.

Un portavoce di Meta ha dichiarato: “Riteniamo che tutte le piattaforme, incluso TikTok, dovrebbero affrontare un livello di controllo coerente con il loro crescente successo”.