Oscar De La Hoya accusato di aggressione sessuale nel 2020

Oscar De La Hoya accusato di aggressione sessuale nel 2020

Oscar De La Hoya accusato di aggressione sessuale nel 2020

La leggenda della boxe Oscar De La Hoya è stata accusata in una nuova causa di aver aggredito sessualmente un ex socio in affari due volte nel 2020, secondo un rapporto.

Un dirigente della tequila ha affermato che Oscar De La Hoya, 49 anni, l’ha attaccata per la prima volta durante un viaggio di lavoro in Messico per visitare la distilleria di tequila Casa Mexico, secondo una causa civile intentata dalla donna mercoledì e ottenuta dal Los Angeles Times.

Secondo quanto riferito, l’ex campione di boxe ha bussato alla porta della sua camera d’albergo “con i pantaloni scesi fino alle caviglie, poi si è fatto strada nella stanza ed è entrato nel suo letto”, secondo la causa intentata a Los Angeles.

Read:  La sorella di Biden ripete bugie sul plagio in "Crescere Biden"

“Lo ha spinto fuori dal letto e lo ha accompagnato nella sua stanza, ha aperto la porta ed è immediatamente tornata nella sua stanza”, dice la tuta.

La mattina dopo De La Hoya avrebbe “tirato [her] nel suo letto, dove l’ha aggredita sessualmente” dopo che la donna è andata nella sua stanza per svegliarlo per un giro della distilleria, ha riferito il giornale, citando la causa.

Il primo attacco sarebbe avvenuto durante un viaggio d'affari in Messico.
Il primo attacco sarebbe avvenuto durante un viaggio d’affari in Messico.
AFP tramite Getty Images

Secondo il Times, un secondo presunto attacco si è verificato in California, ha affermato l’accusatore.

“Ad un certo punto, quando De La Hoya era solo con [the woman], ha rivelato e recuperato un oggetto sessuale da una collezione conservata nella sua casa. Privo di [her] consenso, De La Hoya ha inserito con la forza l’oggetto sessuale [her] corpo”, afferma la causa.

Read:  Courtney Tailor ha ucciso 'brutalmente' il fidanzato: la famiglia

Il pugile diventato uomo d’affari ha negato le accuse.

De la Hoya ha negato le accuse.
De La Hoya ha negato le accuse.
7/MEGA

“Con il ciclo di notizie di 24 ore in cui ci troviamo tutti, il più delle volte, le accuse dannose e ingiuste vengono interpretate come verità senza le prove a sostegno delle loro affermazioni errate. Sono fiducioso che il mio team legale risolverà la questione e dimostrerà la mia innocenza”, ha detto De La Hoya in una dichiarazione al giornale.

La donna, nella sua causa, denuncia anche molestie sessuali, ritorsioni, discriminazioni di genere e licenziamento illegittimo nei confronti di Casa Mexico.

Read:  Almeno tre poliziotti fucilati in Pennsylvania: denuncia

De La Hoya ha raggiunto un accordo con un diciottenne che lo ha accusato di violenza sessuale in Messico nel 1998. Le autorità hanno indagato ma non hanno mai sporto denuncia.

L’11 volte campione del mondo ha rivelato l’anno scorso di essere stato violentato all’età di 13 anni, un incidente che, secondo lui, lo ha portato a una spirale di alcol e droghe.