Shevchenko: Il mio lavoro ora è fermare gli omicidi di bambini innocenti

Shevchenko: Il mio lavoro ora è fermare gli omicidi di bambini innocenti

Shevchenko: Il mio lavoro ora è fermare gli omicidi di bambini innocenti

UNndriy Shevchenko è uno degli atleti di maggior successo da cui emergere Ucrainama le sfide che deve affrontare ora sono molto più grandi di qualsiasi altra partita di calcio a cui ha partecipato.

In mezzo al conflitto in corso con la Russia, Shevchenko è determinato ad aiutare la popolazione del suo paese a fuggire dalle zone di battaglia e a trovare un rifugio sicuro.

In un’intervista a Jamie Redknapp per il Daily Mail, Shevchenko ha ricordato il momento in cui sua madre lo ha informato dell’inizio della guerra.

“Stavo dormendo”, ha detto. “Ho ricevuto una chiamata. Era mia madre. Ha detto: ‘La guerra è iniziata’. Non potevamo credere che la Russia avrebbe fatto quel passo e avrebbe iniziato la guerra. Eravamo scioccati”.

Read:  No Kyrie, No Party for Nets vs. Mavs mentre la corsa di Joel Embiid per MVP continua

Shevchenko ha poi elogiato il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky.

“La posizione del presidente Volodymyr Zelensky era molto importante”, ha detto Shevchenko.

“Avrebbe potuto andarsene, ma ha mandato un messaggio chiaro per dire che sarebbe rimasto e che dovevamo difendere il nostro Paese. Questo ha unito il popolo ucraino. È rimasto con loro e non ci arrendiamo.

“Combattiamo per la nostra scelta, per la nostra libertà, per la nostra democrazia. Quando vedi la gente per strada, andare senza armi per fermare il carro armato, è così potente. Difenderemo fino alla fine. La Russia è non Benvenuto.

Read:  Man Utd News: il peggior incubo di Cristiano Ronaldo

Shevchenko ha quindi evidenziato il pericolo in cui si trovano i bambini e ha dichiarato il suo desiderio di aiutare.

“Sono padre di quattro figli. Tu sei padre di tre, Jamie”, ha detto. “Non possiamo sopportarlo. I bambini innocenti stanno morendo. Senza motivo.

“Questo è ciò per cui lavoro, fermare questa guerra. Questa guerra non fa ragioni.

Voglio solo una cosa: portare la pace nel mio paese, fermare l’uccisione di persone innocenti, fermare l’uccisione di bambini. Sappiamo tutti che la guerra è crudele. Ma non possiamo sopportarlo”.

Nonostante gli atleti russi non abbiano nulla a che fare con il conflitto, Shevchenko ha appoggiato la controversa decisione di bandire giocatori e squadre da varie competizioni sportive.

Read:  Jrue Holiday gioca per qualche secondo nella sconfitta di Bucks contro i Cavs... per assicurarsi 306.000 dollari di bonus

“Sono assolutamente d’accordo con l’eliminazione degli atleti russi dalle competizioni poiché la guerra non si è fermata”, afferma Shevchenko.

‘Dobbiamo fare pressione. Il presidente russo [Vladimir Putin] – Non voglio dire il nome di quella cosa – ha detto che questa è una “operazione speciale”. Non è un’operazione speciale. È l’uccisione di innocenti. Sono le persone circondate. Sono le città bombardate”.