Stakhovsky: Ovviamente ho paura, ho tre figli

Stakhovsky: Ovviamente ho paura, ho tre figli

Stakhovsky: Ovviamente ho paura, ho tre figli

Jsolo mesi fa, Sergio Stakhovsky stava giocando contro Rafael Nadal e Novak Djokovic come tennista professionista.

Ora sta combattendo in prima linea per la sua nativa Ucraina nella guerra contro la Russia, e giovedì ha lanciato un messaggio di speranza e sfida parlando a Radio MARCA.

D: Cosa spinge un ex tennista a decidere di lasciare il comfort della propria vita per unirsi alla resistenza ucraina?

UN: Suppongo perché è il mio paese di cui stiamo parlando. La Russia e il suo presidente, Vladimir Putin, hanno affermato in più occasioni che l’Ucraina non è mai esistita e che è stata creata dall’Unione Sovietica. Sono abbastanza certo che se l’Ucraina perderà questa guerra sarà cancellata dalle mappe e dai libri di storia della Russia e del mondo intero. Non ci sarebbe nessun paese in cui tornare. Avrei la nazionalità di un paese che non è mai esistito e non sono disposto ad accettarlo.

Read:  London Tube Strike: perché lo sciopero della metropolitana si ripete?

D: Com’è la situazione in questo momento a Kiev?

UN: In questo momento il tempo è zero gradi con un cielo azzurro e limpido… e siamo stati bombardati per tutta la mattinata con tutte le bombe che cadevano sulle case dei civili. Credo che alcuni siano stati uccisi e molti siano rimasti feriti. L’attentato sta avvenendo regolarmente, ma negli ultimi due giorni è diventato più intenso. Prima di ciò direi che c’era un certo grado di calma perché il nostro sistema antiaereo ei nostri missili funzionano abbastanza bene. Ma non sappiamo quanto aumenteranno gli attacchi ei bombardamenti.

Read:  Patrimonio netto di Aaron Judge: quanto guadagnano gli Yankees RF?

D: Quanto crede che l’Ucraina sarà in grado di resistere agli attacchi russi?

UN: Resisteremo ancora a lungo. La Russia non sarà in grado di assumere il pieno controllo dell’Ucraina perché la resistenza è ovunque. È nelle strade, tra i civili e in tutto il mondo. Il mondo intero è contro la Russia. La domanda è quanti civili morti il ​​mondo vuole vedere prima di intervenire. Questa è l’unica cosa che conta. Perché l’unica cosa che sappiamo è che la Russia non vincerà. Non hanno il morale per farlo. Non sanno dove sono gli ucraini vinceranno perché resisteranno. Il popolo ucraino combatterà per la propria libertà.

D: Hai paura? Hai mai pensato di andartene e tornare a casa?

UN: Certo che ho paura. Credo che solo le persone stupide non abbiano paura. Ma fortunatamente non c’è fuoco incrociato in questo momento a Kiev perché le truppe russe non possono entrare in città. Ci sono molte barriere nella periferia di Kiev. L’unico pericolo in questo momento è venire dal cielo con le bombe. Forse ci sono piccoli gruppi di soldati russi che cercano di raggiungere Kiev, ma per noi è iniziata la stagione della caccia. Tutti sanno che se vedono un gruppo di russi che cerca di raggiungere la città, dobbiamo prenderli. Non è la scelta migliore per loro. E in termini di ritorno, ovviamente ci ho pensato. Ci penso ogni giorno. Io ho tre bambini. Ma in questo momento siamo in guerra e in questo momento nessun cittadino tra i 18 ei 60 anni può lasciare la città. Saremo qui finché durerà.

1647598965 806 Stakhovsky Ovviamente ho paura ho tre figli