Stephen Curry dovrebbe ringraziare la difesa dei Celtics per il suo primo MVP delle finali NBA?

Stephen Curry dovrebbe ringraziare la difesa dei Celtics per il suo primo MVP delle finali NBA?

Stephen Curry dovrebbe ringraziare la difesa dei Celtics per il suo primo MVP delle finali NBA?

Stefano Curry è stato votato all’unanimità per vincere il MVP delle finali NBA 2022 trofeo, il suo primo, e Marco Jackson è stato tra gli 11 membri dei media che hanno selezionato il Golden State Warriors stella.

Jackson, an NBA commentatore ed ex capo allenatore dei Warriors, ha spesso criticato il Boston Celtics difesa durante le trasmissioni per aver giocato in copertura invece di Curry in doppia squadra.

Come Gioco 6 giunto al termine, Jackson ha fatto un commento che ha acceso il dibattito sul fatto che Curry abbia guadagnato il trofeo MVP o se la povera difesa dei Celtics glielo abbia consegnato.

Read:  Barcellona: Laporta: il Barcellona non farà accordi che mettano a rischio il club

“Se fossi Steph Curry Ringrazio la difesa di Boston per l’MVP“, ha detto Jackson.

I Boston Celtics non proteggono la palla

Curry nella media 31,2 punti in sei partite contro la difesa più alta della lega, ma che è entrata nella serie esausta dopo aver affrontato alcune delle squadre più potenti.

Boston ha fermato il reti di Brooklyn, Milwaukee Bucks e Miami Heat sulla strada per le finali NBA e le ultime due serie sono andate entrambe a sette partite.

I Celtics erano apparentemente il loro peggior nemico nelle finali, girando la palla a un ritmo incredibilmente alto.

Read:  Chris Paul si è indignato per il fatto che il fan dei Mavericks abbia "messo le mani" su sua madre nel gioco 4

Jayson Tatum ha concluso Gara 6 con 100 palle perse senza precedenti durante una singola serie di playoff.

Tuttavia, Curry ha esposto le gambe sull’estremità difensiva mentre guidava Golden State a quarto titolo in otto anni.

Steph Curry merita l’MVP delle finali NBA

Anche se la difesa dei Celtics è crollata dopo una dura serie di playoff, Curry merita tutto il merito quando si tratta di vincere l’MVP delle finali.

L’attacco dei Warriors inizia e si ferma con Curry e anche quando Andrea Wiggins, Jordan Poole e Klay Thompson riescono ad andare avanti, è sempre Curry che controlla il gioco lungo il tratto.

Read:  Dell e Sonya Curry per la prima volta non supportano Stephen insieme nelle finali NBA

Curry ha guidato tutti i marcatori con 187 punti totali nel tratto di sei partite e contabilizzato 30% di Golden State 629 punti totali nelle Finali.