“Winning Time”: la controversa serie sui Lakers degli anni ’80

"Winning Time": la controversa serie sui Lakers degli anni '80

“Winning Time”: la controversa serie sui Lakers degli anni ’80

hL’ultima serie di BO, “Winning Time: l’ascesa della dinastia dei Lakers” andrà in onda domenica, offrendo un mix esplosivo di storia NBA e personaggi di stelle come Magia Johnson e Kareem Abdul-Jabbar.

La squadra decisiva che ha regnato sui campi negli anni ’80 è al centro di questa serie, vedendo come quei giocatori sono diventati nomi familiari e celebrità.

La stagione è divisa in otto episodi ed è stata diretta e co-prodotta da Adam McKayche è stato anche coinvolto in successi come ‘Successione’ e film tra cui ‘Vice’ e ‘Don’t Look Up’.

Read:  Un altro bottino da 50 punti in NBA: Bey si ribella contro gli Orlando Magic

Lo spettacolo è un adattamento, con alcuni elementi di fantasia, del libro, “Showtime: Magic, Kareem, Riley e la dinastia dei Los Angeles Lakers degli anni ’80”scritto da Jeff Pearlman.

Di cosa si tratta “Winning Time”?

“È una storia che parla di due mondi che si sono mescolati, basket e business, fino a quando non hanno cambiato l’industria sportiva in quella che vediamo oggi”, l’attore Quincy Isaiachi gioca Magia Johnsonha detto a EFE.

Tra coloro che hanno mostrato interesse per la visione c’è Lebron Jamesil corrente Lakers star, che si è rivolto ai social media per pubblicare post sulla serie.

Michael Chiklis, Shira Piven e Adam McKay.

Michael Chiklis, Shira Piven e Adam McKay.

Un’era che sta catturando l’immaginazione

Non è l’unica serie ad essere realizzata sulla storia della NBA, dopo “The Last Dance”. Michele Giordanomentre un’altra serie su Magia Johnson è previsto su Apple TV Plus ad aprile e Hulu sta sviluppando un’altra serie sul Lakers.

Tuttavia, non tutti i membri del Lakers la squadra negli anni ’80 è felice di “Winning Time”.

Alcuni si sono rifiutati di prendere parte o parlare con i produttori dello show, il che li ha portati a fare affidamento sulle proprie ricerche sulla squadra e sull’epoca per poter raccontare la storia.

Si ritiene che alcuni, come Johnson, Abdul-Jabbar, Jerry Ovestallenatore Pat Riley e possederer Jerry Busstutti mostrano alcuni aspetti negativi dei loro personaggi.

John C. Reilly e Quincy Isaia

John C. Reilly e Quincy Isaia

“Certo che le cose sono successe 34 anni fa, quando avevano 20 anni e quasi bambini, ma non puoi dimenticare che questa è una serie televisiva e le rispettiamo”, ha aggiunto. Isaia detto della controversia.

Sally Campo.

Sally Campo.