Wizards 112-126 Warriors: Dolce 34esimo compleanno per Stephen Curry: 47 punti e il ritorno dell’amico Draymond Green

Wizards 112-126 Warriors: Dolce 34esimo compleanno per Stephen Curry: 47 punti e il ritorno dell'amico Draymond Green

Wizards 112-126 Warriors: Dolce 34esimo compleanno per Stephen Curry: 47 punti e il ritorno dell’amico Draymond Green

Fo Golden State Warriors playmaker stellare Stefano Curryil suo 34esimo compleanno non avrebbe potuto essere migliore, ha segnato 47 punti in una vittoria per 126-112 sul Maghi di Washington lunedì sera ed è tornato anche a condividere la corte con il suo amico Draymond Green.

Curry, dopo una partita con soli otto punti (minimo personale stagionale) è tornato al livello con cui era il capocannoniere della scorsa stagione, segnando 16 dei 26 colpi che ha tentatooltre a sette dei 14 tentativi da tre punti, ha anche ottenuto sei rimbalzi e distribuito sei assist.

Curry, Green e Thompson hanno suonato di nuovo insieme

Lo “Chef” ha condiviso la corte contemporaneamente con Green e Klay Thompson da più di due anni e mezzo fa, da quando nella sesta partita di The Finals 2019, il secondo membro dei “Fratelli Spruzzi“si è danneggiato il tendine d’Achille e non ha giocato nella stagione 2019-2020, né nella stagione 2020-2021.

Read:  I Lakers userebbero Russell Westbrook dalla panchina, che spara: "Non sono un tipo che molla"

Green, che ha ricevuto una standing ovation da Arena dell’Oracolo quando è entrato in campo a 4:50 minuti dalla fine del primo quarto, è tornato in azione dopo aver saltato le ultime 29 partite, questa è stata la sua prima partita dal 9 gennaio, quando si è infortunato al disco nella parte bassa della schiena.

Nel suo primo tiro da allora, Green si è connesso dalla lunga distanza ed è stato visto gridare “Sì!”, In totale ha giocato solo 20 minuti a causa dell’allenatore Steve KerrPer precauzione, ha accumulato sei punti, sette rimbalzi e sei assist.

Read:  Asensio non ha ancora rinnovato al Real Madrid: il pericolo di un nuovo 'caso Varane'

Altri marcatori eccezionali per i Warriors sono stati lo stesso Thompson con 20 punti e Jordan Pooleche ha aggiunto anche 20 unità.

Kristaps Porzingis, capocannoniere dei Wizards

Per la causa persa dei Wizards, il capocannoniere era il lettone Kristaps Porzingis che ha accumulato 25 punti.

Con questo risultato, Golden State ha eguagliato i Memphis Grizzlies per il secondo posto nella classifica Conferenza occidentale con un record di 47-22, mentre Washington è rimasta all’11° posto nella classifica generale Conferenza orientale con un record di 29-38.

Quali sono le prospettive per Golden State e Washington?

La prossima partita dei Warriors sarà mercoledì prossimo quando ospiteranno il Boston Celtics.

Read:  Bucks 118-116 76ers: Gioco difensivo dell'anno NBA: Giannis Antetokounmpo fa un blocco walk-off su Joel Embiid

Nel frattempo, i Maghi torneranno a corte lo stesso giorno in cui ospiteranno il Denver Nuggets.